Cerca una pianta

Asparago

L’asparago è una pianta erbacea poliennale, presenta un rizoma (fusto modificato) strisciante, unito all’apparato radicale, da cui si generano radici fascicolate e robuste.

Asparago
L’apparato radicale, che esplora il terreno in profondità, si rinnova in parte ogni anno e funge anche da organo di riserva. Dalle gemme poste sul rizoma si sviluppano turioni carnosi di forma cilindrica, il colore varia dal bianco al verde al viola e sono ricoperti di squame triangolari. I turioni sono la parte commestibile della pianta, di consistenza carnosa si raccolgono appena spuntano dal terreno altrimenti si lignificano, se non raccolti possono raggiungere la lunghezza di 1 – 1,5 m. Le foglie sono di forma ridotta simili a squame minute, i frutti sono bacche sferiche di colore scarlatto. Gli asparagi selvatici si distinguono da quelli coltivati per il diametro del fusto più sottile e per il loro gusto penetrante e amarognolo.

AMBIENTE

L’asparago è una specie con basse esigenze termiche, adatto a climi temperati e freddi, cresce anche ad altitudini piuttosto elevate (900 m) con temperature medie comprese tra i 15 e i 24 °C. Durante il riposo invernale l’asparago è in grado di resistere a temperature anche molto basse (-13, -25°C).
Durante la primavera i turioni temono molto le gelate primaverili, in quanto i tessuti ricchi acqua in questo periodo possono essere facilmente danneggiati.
L’asparago cresce in svariati tipi di terreno purché ben drenati, predilige tuttavia quelli profondi, di medio impasto o sabbiosi, ricchi di sostanza organica.
L’asparago è molto tollerante alla salinità e alla siccità, in questi casi tuttavia ritarda e diminuisce la produzione.

NUTRIZIONE E BELLEZZA

In fase di impianto si consiglia di somministrare sostanza organica che dia struttura al terreno e consenta un adeguato sviluppo della coltura.
La concimazione va effettuata prima della ripresa vegetativa e dopo la raccolta dei turioni con formulati ricchi in azoto e potassio.
Per favorire la fruttificazione e migliorare la ripresa da stress fisiologici o ambientali utilizzare prodotti specifici a base di amminoacidi.

Prodotti specifici consigliati
  • Malattie fungine
    Ruggine
    La malattia si presenta con macchie ovali, allungate, giallastre che compaiono in primavera. In estate sulle foglie e sui rami si ritrovano i sintomi più comuni, e cioè delle pustole con masse polverulente, rossastre. Le infezioni di ruggine possono produrre danni molto gravi che consistono nel disseccamento parziale o totale delle parti aeree della pianta, con diminuzione della vegetazione e con perdita di vitalità dei turioni. L’infezione è agevolata da intorno ai 20 ai 25°C accompagnate da forte umidità.
    Prodotti specifici consigliati
    Zolfo Flow
  • Carenze
    Carenza di Calcio
    L’apporto di calcio garantisce una migliore consistenza dei turioni e migliora la resistenza ad eventuali gelate.
    Prodotti specifici consigliati
    Calcio

Chiedi consiglio ai nostri esperti

Scopri quali prodotti usare per prenderti cura, al meglio, delle tue piante



Iscriviti alla newsletter

Campo di interesse

Dove acquistare i prodotti

Trova il punto vendita più vicino a te

Seguici

Segui i nostri canali social