I lavori del mese

Come proteggere al meglio le tue piante dalle minacce di stagione?
Quali sono i mesi migliori per seminare e raccogliere diversi tipi di frutta e verdura?

Scopri questi ed altri consigli per curare al meglio orto, giardino e piante da appartamento, per tutti i mesi dell’anno.

Aprile

Questo è il mese caratterizzato dalla grande variabilità climatica, infatti si alternano situazioni di grande caldo con improvvisi abbassamenti di temperatura oltre alle classiche gelate primaverili che possono compromettere la riuscita di un giardino.

Andiamo allora a elencare le operazioni colturali che bisogna eseguire per ottenere la migliore gratificazione dalla coltivazione delle piante in casa, giardino, orto e balcone.

Piante del giardino

Alberi e arbusti. Questo periodo è ancora indicato per gli ultimi trapianti di conifere e piante sempreverdi. Per evitare la “crisi di trapianto” è importante annaffiare la pianta subito dopo la messa a dimora con una soluzione composta da acqua e sostanza organica liquida. La Magnolia offre un gradevole spettacolo grazie ai candidi e profumati fiori bianchi, ma necessita di concimazioni e applicazioni di chelati di ferro per evitare i tipici ingiallimenti fogliari. La Forsizia inizia a sfiorire lasciando posto alla ricca vegetazione, in questo caso e anche per gli altri arbusti (gelsomino, oleandro ecc.) si dovranno fare regolari concimazioni per favorirne lo sviluppo. Si devono eseguire i primi trattamenti insetticidi e fungicidi per controllare le malattie tipiche primaverili come gli attacchi di afidi, cocciniglie e ticchiolatura.

Siepi. Anche in questo caso si devono concludere i trapianti delle piante per le nuove siepi. Le Photinie stanno emettendo a pieno ritmo i nuovi germogli, dal colore rosso intenso, che rendono molto gradevole esteticamente la visione d’insieme. Per le siepi di C. Leylandi, Tuja e altre sempreverdi si deve provvedere alle potature di formazione per conferire la forma desiderata alle piante. Potate i germogli apicali delle siepi rampicanti (edera, glicine) fatte crescere a ridosso di abitazioni per evitare che i rami si insinuino tra le fessure, tegole e grondaie creando danni e disagi. Si deve apportare un concime ricco in azoto per favorire la formazione di nuovi germogli e fare trattamenti antiparassitari contro insetti e funghi.

Rose. Le piante iniziano a vegetare, per favorire il germogliamento si devono eseguire delle concimazioni con fertilizzanti granulari specifici. Per creare rose solitarie bisogna eliminare i germogli laterali dalla pianta per favorire lo sviluppo del prescelto. Si devono eseguire i primi trattamenti insetticidi e fungicidi per controllare le malattie tipiche primaverili come gli attacchi di afidi, cocciniglie e ticchiolatura.

Bulbose. Narcisi, Tulipani e Iris sono in fioritura o si apprestano a fiorire. In questa fase è importante fare periodici apporti di concime. Le specie a fioritura estiva, es. Gladioli, vanno posti a dimora alternando bulbi che porteranno fiori dai diversi colori per rendere più allegra e gradevole la zona destinata ad ospitare queste piante.

Aprile – Arbustive da fiore e da foglia (Azalea, forsizia, ecc.)
Potare gli arbusti sfioriti (forsizia), le siepi (agrifoglio), il glicine.
Concimare con SINERGON 2000 per una rapida ripresa.
Eliminare i rami in esubero delle rose per favorire lo sviluppo delle rose prescelte.
Potare le ortensie riducendo il numero dei rami. Concimare con ROSE, ORTENSIE ecc. (Linea Garden).
Apportare al terreno il nutrimento a cessione graduale GRANVERDE TOP N
Per prevenire e curare in modo naturale la presenza di patogeni utilizzare i prodotti delle linea BARRIERA NATURALE
Aprile – piante da fiore reciso (tulipano, gladiolo, garofano ecc.)
Trapiantare a dimora: garofani, gladioli, calle, astri, zinnie. Utilizzare terriccio BLUMEN TORFY. Annaffiare con soluzioni di ASSO DI FIORI per una efficace nutrizione.
Finire le preparazioni di aiuole avendo cura di incorporare gli appropriati concimi della Linea GARDEN e il nutrimento a cessione graduale GRANVERDE ENERTOP
Per prevenire e curare in modo naturale la presenza di patogeni utilizzare i prodotti delle linea BARRIERA NATURALE

Piante dell’orto

Ortaggi in serra. Le temperature sono ormai calde, per questo motivo bisogna creare maggiore arieggiamento all’interno dei tunnellini facendo fori di aerazione nella plastica, o addirittura si può pensare di eliminare totalmente la protezione di plastica. Dato che queste colture sono in continua crescita diventa fondamentale eseguire periodiche concimazioni per fornire la giusta dose di nutrimento. Si iniziano a raccogliere pomodori e peperoni.

Ortaggi in pieno campo. Si continuano le semine e i trapianti degli ortaggi che andranno a maturazione in estate-autunno. Per queste semine è bene preparare il terreno in modo adatto per il periodo estivo, prevedendo la sistemazione di un telo di plastica nero per fare una pacciamatura che limita la perdita di umidità dal terreno e non fa sviluppare delle malerbe indesiderate. Nelle zone più siccitose si può prevedere di inserire una “manichetta forata” sotto la pacciamatura per eseguire una irrigazione senza sprechi e perdite per evaporazione. Per pomodori, peperoni, fagioli si deve predisporre un adeguato sistema di tutoraggio con pali e fili di sostegno. Sono pronti per la raccolta fragole, cipolle, lattughe, rucola e aromatiche, carote, bietole e piselli.

Orto Domestico. Nell’orto domestico, in casa, nel giardino o sul balcone, si continuano a seminare o trapiantare gli ortaggi e le aromatiche. Sia che si semini o che si effettui il trapianto, è bene provvedere a somministrare il concime corretto già in questa fase; nel primo caso per migliorare ed uniformare la germinazione dei semi, nel secondo per favorire il superamento dello stress da trapianto e incrementare lo sviluppo radicale. Per sostenere la crescita delle piantine si devono apportare i nutrienti specifici. Per favorire la maturazione e migliorare la qualità finale dei frutti utilizzare un concime specifico

Piante da Frutto. Quasi tutte le piante hanno frutti che si stanno accrescendo, quindi si devono apportare le sostanze nutritive che servono per far sviluppare e crescere i frutti. Nel melo, pero e pesco si può fare il diradamento di alcuni frutti per favorire la crescita dei rimanenti ed evitare l’insorgenza di alterazioni fisiologiche causate dalla eccessiva “carica di frutti”, come l’Alternanza di produzione. Eseguire i trattamenti radicali con il chelato di ferro per prevenire la clorosi ferrica. Per la difesa del Pero e del Melo sono da fare i primi trattamenti contro la Ticchiolatura, l’oidio o mal Bianco, gli afidi, i lepidotteri ricamatori e la carpocapsa. Per le drupacee, come pesco e albicocco, si deve intervenire contro l’Oidio e la Monilia, oltre alla lotta contro Afidi, Cidia e Mosca delle ciliegie. Per gli agrumi si agisce per controllare gli afidi, la minatrice serpentina e il verme delle zagare. Per l’olivo sono consigliati interventi con il Boro per favorire la formazione delle drupe, mentre si interviene contro la tignola dell’olivo e la cocciniglia mezzo grano di pepe. Per la vite sono consigliati trattamenti contro la peronospora, l’oidio e per quanto riguarda gli insetti, contro la tignola.

Aprile ortaggi (pomodori, lattughe, fragole, ecc)
Preparare il terreno per i trapianti e le semine in pieno campo degli ortaggi di stagione. Innaffiare usando GRANVERDE START per migliorare la germinazione.
Creare fori nei tunnellini
Concimare con GRANVERDE CONCIME A LENTA CESSIONE PER ORTO
Raccogliere gli ortaggi di stagione
Stress da sbalzi termici giorno-notte: usare GRANVERDE ORO BIOSTIMOLANTE per una rapida ripresa
In fase di semina/trapianto e per sostenere la crescita delle orticole e delle aromatiche utilizzare i prodotti delle linea VERDE URBANO
Per prevenire e curare in modo naturale la presenza di patogeni utilizzare i prodotti delle linea BARRIERA NATURALE
Aprile (Fruttiferi e ornamentali)
Zappare sotto le piante.
Diradare i frutticini.
Eseguire concimazioni fogliari con CONCIME PER ORTAGGI E PIANTE DA FRUTTO.
Alberi ornamentali: accorciare i germogli.
Stress da sbalzi termici giorno-notte: usare GRANVERDE ORO BIOSTIMOLANTE per una rapida ripresa.
Concimare il terreno sotto gli alberi con il concime a lenta cessione per prato e giardino CIFO SLOW
Per la cura di malattie e insetti utilizzare i prodotti più indicati della linea DIFESA ORTO E GIARDINO
Per prevenire e curare in modo naturale la presenza di patogeni utilizzare i prodotti delle linea BARRIERA NATURALE

 

Piante da appartamento

Le Piante verdi e fiorite (Ficus, Potos, Tronchetto, Orchidea, ecc.) stanno sviluppando il nuovo fogliame e riprendono poco per volta la loro naturale imponenza. Per favorire un’abbondante formazione di nuovi germogli è consigliabile eseguire delle concimazioni più marcate, associando al concime anche prodotti energetici a base di alghe, aminoacidi e vitamine. Anche se si sono spenti i termosifoni e l’aria dell’appartamento è meno secca, si devono continuare le nebulizzazioni per mantenere nell’ambiente la giusta dose di umidità. Attenzione a non creare delle correnti d’aria fredda in corrispondenza delle piante mentre si aprono finestre e porte. Sono consigliabili periodiche operazioni di pulizia delle foglie, con prodotti lucidanti, per togliere la polvere che si forma e per migliorare le funzioni di crescita e l’aspetto estetico della pianta. Si devono iniziare i trattamenti insetticidi per contenere le infestazioni di afidi e cocciniglie.
In terrazzo e balcone. In Aprile si hanno la maggior parte dei terrazzi e balconi colorati dalla presenza di Gerani, Primule, Viole, Lobelie, Margherite ecc. Bisogna continuare le regolari concimazioni e annaffiature, inoltre si devono eseguire i primi trattamenti insetticidi e fungicidi per controllare le malattie. Si continuano anche i rinvasi delle piante acquistate dai vivai e dai garden center, oltre alla semina di tutte le piante da fiore annuali e perenni. Si trapiantano le piante fiorite utilizzabili anche in giardino come i garofani, i gladioli e le piante da giardino roccioso (Diantus, Alisso, Portulaca, Fucsia, ecc). Si devono potare gli arbusti rampicanti (edera, glicine) utilizzati per creare grate e angoli verdi nel terrazzo.
Le piante grasse. Continuare una progressiva esposizione ai raggi solari delle piante (evitando scottature del fusto) e riprendere a annaffiare con moderazione. Si creano le condizioni ideali per la costituzione dei giardini rocciosi all’aperto con Agave, Echeveria, Opunzia Crassula ecc.

Aprile – piante da appartamento (ficus, potos, filodendro, dieffenbachia ecc.)
Per alcune specie è possibile l’esposizione all’esterno
Nutrire con GRANVERDE per piante verdi
Per favorire l’emissione di abbondanti germogli associare alla concimazione il formulato Granverde ORO Biostimolante
Per favorire l’emissione di nuovi boccioli e prolungare la fioritura delle orchidee concimare con GRANVERDE CONCIME PER ORCHIDEA
Utilizzare S5 radicale in bustina contro l’ingiallimento (clorosi) fogliare
Idrocoltura: mettere la resina IDROVIGOR nel fondo dei vasi.
In presenza di afidi o cocciniglie trattare con gli l’insetticida specifico CIPERBLOC
Lucidare periodicamente le foglie delle piante verdi con MIRAX. Eliminare quelle secche e danneggiate
Per prevenire e curare in modo naturale la presenza di patogeni utilizzare i prodotti delle linea BARRIERA NATURALE
Aprile – erbacee da fiore (Ciclamino, geranio, tagete, petunia ecc.)
Si possono continuare le semine. Usare il terriccio più appropriato della LINEA TORFY
Trapiantare a dimora: piante da giardino roccioso, fiori perenni ecc. Utilizzare come substrato BLUMEN TORFY.
Nutrire con GRANVERDE concime liquido universale
Somministrare ALGATRON per favorire la germinazione e lo sviluppo nelle prime fasi
Concimare i gerani con GRANVERDE GERANI.
Per prevenire e curare in modo naturale la presenza di patogeni utilizzare i prodotti delle linea BARRIERA NATURALE.
Aprile – Piante grasse (Agave, sansevieria, cactus, euphorbia, crassula, ecc.)
Concimare con il prodotto specifico GRANVERDE PIANTE GRASSE
Per la cura di malattie e insetti utilizzare i prodotti più indicati della linea CURA E DIFESA  prodotti per piante ornamentali
Per prevenire e curare in modo naturale la presenza di patogeni utilizzare i prodotti delle linea BARRIERA NATURALE

Tappeti erbosi

In questo periodo continuano i tagli primaverili (tagli frequenti e superficiali) da eseguirsi settimanalmente. Sono consigliate le carotature, o il taglio del manto erboso, per favorire l’arieggiamento ed evitare il compattamento del terreno. Per tappeti erbosi danneggiati o con erba diradata è ancora tempo delle “trasemine” distribuendo nuovi semi, ad alto livello di germinazione, che andranno a costituire la nuova erba per integrare quella esistente. In questa fase di attiva crescita del tappeto erboso è importante apportare dei concimi ad alto titolo in azoto (es. 20.5.10) per favorire la formazione di nuovi germogli e nuovi ricacci di erba. Per i manti erbosi da costituire ex novo questo è il momento ideale per la semina con la miscele di essenze erbacee più indicate al tipo di ambiente e destinazione d’uso (prato sportivo, all’ombra o al sole). Eseguire interventi per il contenimento del muschio.

Aprile – tappeti erbosi (prati esistenti)
Eseguire le prime falciature ogni settimana
Annaffiare con soluzioni di ASSO DI FIORI ogni settimana
In presenza di prati ingialliti eseguire un trattamento utilizzando MUSTOP
Riseminare le aree consumate utilizzando la semente GRANPRATO PrestoVerde
Eseguire l’aerazione
Concimare con CIFO SLOW concime granulare a lenta cessione per prato e giardino

Chiedi consiglio ai nostri esperti

Scopri quali prodotti usare per prenderti cura, al meglio, delle tue piante


Iscriviti alla newsletter

Campo di interesse

Dove acquistare i prodotti

Trova il punto vendita più vicino a te

Seguici

Segui i nostri canali social