Agrumi in vaso, bellezza e sapore

Piante generose e cariche di simboli positivi, ottime anche per un bel regalo

L’inverno è il momento degli agrumi, un dono prezioso del Mediterraneo, perfetti anche come dono natalizio: sono ricchi di significati simbolici, augurano fortuna, abbondanza e ricchezza, esprimono i valori della salute e sono molto decorativi. Sebbene la loro presenza sia istintivamente associata agli assolati paesaggi del nostro Meridione, gli agrumi sono originari dell’Asia orientale, dall’Himalaya alla Cina. Gli arabi, che ne amavano il sapore e il valore ornamentale, portarono limoni e aranci prima nel Medio Oriente e poi in Sicilia; oggi la loro presenza è diffusa ovunque perché è facile coltivare gli agrumi in vaso, spostandoli da novembre a marzo al riparo dal gelo in ambiente molto luminoso.

La coltivazione richiede contenitori ampi e profondi; dopo l’acquisto occorre trapiantarli collocando sul fondo uno strato di 3-5 cm di Cifo Argilla espansa – Linea Torfy e utilizzando Cifo Terriccio specifico per AgrumiLinea Torfy, consentito in agricoltura biologica. È a base di torba bionda baltica e torba nera, arricchito con argilla per garantire il giusto livello di umidità e areazione e prevenire il ristagno idrico. Questo substrato è consigliato anche per i rabbocchi: quando non è possibile cambiare il vaso perché già molto grande, occorre asportare il terriccio superficiale e sostituirlo, operazione consigliata ogni anno in autunno o primavera.

La produzione di fiori e frutti e la salute degli agrumi in vaso dipendono molto dall’ambiente: hanno bisogno di sole e irrigazioni costanti e regolari in primavera-estate, evitando i ristagni idrici (se rimane acqua nel sottovaso dopo mezz’ora dall’irrigazione va tolta). Il riparo dal gelo è indispensabile; i limoni hanno una discreta resistenza e possono restare all’aperto addossati a una parete esposta a Sud, protetti da un portico o tettoia e riparati da un cappuccio di tessuto-non-tessuto; ma la condizione ideale, per limoni e agrumi in genere, è un ambiente non riscaldato, con temperature pressoché stabili intorno ai 10-15 °C, dove le piante producono bene i loro fiori e frutti.

La fruttificazione va assecondata con adeguato nutrimento; le piante in vasi di media dimensione si concimano ogni 8-10 giorni da aprile a settembre e ogni 15-20 giorni nel resto dell’anno con Cifo concime liquido per Agrumi da frutto e ornamentali, arricchito con microelementi che riducono i rischi di carenze nutritive. In vasi grandi e in piena terra conviene utilizzare Cifo Concime idrosolubile per Agrumi da frutto e ornamentali; il formulato consente tre modalità di impiego: spargimento della polvere solubile sul terriccio (da interrare leggermente, facendo seguire una generosa irrigazione); scioglimento in acqua per innaffiatura, oppure per nebulizzazione sul fogliame. Le applicazioni saranno ogni 10-15 giorni in primavera-estate e ogni 20-30 giorni nel resto dell’anno.

Per la tutela della salute, la prevenzione di malattie e parassiti come la cocciniglia, si utilizzano i prodotti della linea Cifo Barriera Naturale, come Cifo Olio di Lino, ammesso in agricoltura biologica, che rinforza le difese naturali degli agrumi in vaso e non, nei confronti degli insetti, in particolare delle cocciniglie: una buona scelta per ottenere un raccolto generoso, saporito e ricco di virtù per la nostra salute.