Come coltivare il finger lime

Finger Lime

Il finger lime, conosciuto anche come limone caviale, è un particolare agrume originario dell’Australia noto fin dai tempi degli aborigeni. È un arbusto sempreverde, che nel suo habitat naturale raggiunge fino ai 6 metri di altezza.
Il nome finger lime è dovuto alla forma dei frutti di questa pianta: sono affusolati e si sviluppano fino ai 7 centimetri di lunghezza e a 2,5 cm di diametro, ricordando vagamente la forma delle dita!
In Italia il frutto viene chiamato anche limone caviale proprio perché questo particolare agrume non si spreme ma il suo interno è formato da piccole palline ricche di succo, simili alle uova di storione.
Il sapore del finger lime è sempre più apprezzato in cucina, grazie alle sue sfere che esplodono in bocca regalando un gusto leggermente acidulo e un po’ speziato.
Ma come coltivare il finger lime? È un’impresa impossibile? Assolutamente no e ora vi spiegheremo come riuscirci!

COME COLTIVARE IL FINGER LIME
Coltivare questo frutto australiano, è possibile anche in Italia: ha bisogno di un clima caldo e mite tutto l’anno, irrigazioni costanti e molto sole. Questa pianta fa fatica a resistere alle gelate, per questo motivo, chi abita al Centro-Nord o al Nord deve necessariamente coltivarla in vaso e nei mesi freddi spostarla al riparo.
Per chi vive nelle regioni del Sud con il clima mediterraneo e vuole coltivare il finger lime può tranquillamente scegliere di farlo disponendolo direttamente in un terreno ben drenato e concimato.
Questa pianta oltre ad essere preziosa per i suoi frutti regala anche dei meravigliosi fiori. La fioritura avviene a giugno e può durare fino ad ottobre, nelle zone mediterranee più calde può ripresentarsi sporadicamente in tutti i mesi dell’anno.
I frutti, invece, cominciano a maturare a dicembre fino a raggiungere il picco a maggio: è meglio raccogliere i frutti maturi così da poterli conservare per quasi 4-5 settimane a 4-8°C.

Gli alberelli di finger lime, piantati in primavera necessitano di molte attenzioni durante il loro primo anno. E’ importante dare annaffiature abbondanti se il clima è molto caldo e praticare la pacciamatura con Torfy Corteccia di Pino Marittimo che trattiene l’umidità del terreno, svolge un’azione termo-isolante e ostacola la crescita di erbe infestanti.
C’è anche un altro aspetto a cui prestare particolare attenzione! Gli agrumi sono spesso soggetti a carenze di ferro che causano l’ingiallimento fogliare (clorosi ferrica), per questo motivo vi consigliamo di utilizzare S 5 RADICALE che costituisce il mezzo più efficace per prevenire questo tipo di problemi. Caratterizzato da una spiccata rapidità d’azione, grazie alla presenza di Ferro in forma chelata, assicura un immediato e duraturo effetto rinverdente, conferendo alle foglie la naturale colorazione e brillantezza.

CURA E CONCIMAZIONE
Come per altri agrumi anche coltivare il finger lime presuppone un terreno drenato e contenitori profondi e grandi se coltivato in vaso.
Per prevenire il ristagno idrico e malattie fungine alle radici è bene mettere sul fondo del vaso uno strato di 3-5 cm di Cifo Argilla espansa Linea Torfy . Utilizzare un terriccio a base di torbe come Cifo Terriccio specifico per Agrumi, arricchito con argilla per garantire il giusto livello di umidità e areazione e prevenire il ristagno idrico.
Per dare un corretto supporto alla produzione dei frutti vi consigliamo di concimare con Cifo Liquido per Agrumi da Frutto e Ornamentali, arricchito con microelementi che riducono i rischi di carenze nutritive.
In vasi grandi e in piena terra è preferibile usare Cifo Concime Idrosolubile per Agrumi da Frutto e Ornamentali; il formulato consente tre modalità di impiego: spargimento della polvere solubile sul terriccio (da interrare leggermente, facendo seguire una generosa irrigazione); scioglimento in acqua per innaffiatura, oppure per nebulizzazione sulle foglie.
Il concime va applicato ogni 10-15 giorni in primavera ed estate e più di rado il resto dell’anno.
Infine, per aumentare le difese naturali di questa pianta nei confronti degli insetti, soprattutto le cocciniglie tipiche degli agrumi, consigliamo l’utilizzo di prodotti come Cifo Olio di Lino, formulato consentito in agricoltura biologica, che non lascia residui sui frutti destinati al consumo.