Annaffiare senza sprecare, ecco come si fa

L’acqua è una risorsa importantissima: ridurre al minimo i consumi è un gesto fondamentale per prenderci cura del nostro pianeta e per fare la differenza giorno dopo giorno.
Le piante in giardino, l’orto o le piante in balcone richiedono grandi quantità di acqua, vogliamo darvi qualche consiglio su come sprecare meno acqua possibile nel rispetto dell’ambiente e perchè no, del nostro portafoglio!

Riutilizzare l’acqua
Cercate di riutilizzare tutta l’acqua che usate in casa. Per esempio potete annaffiare con l’acqua per lavare frutta e verdura e, se mangiate senza sale, con quella per bollire la pasta.
Un’altra idea perfetta per risparmiare acqua è raccogliere in bacinelle e contenitori l’acqua piovana e riutilizzarla.

Annaffiare al mattino
Durante la primavera e l’estate il momento migliore per annaffiare è il mattino presto, o la sera dopo il tramonto, perché se la terra è ancora calda, l’acqua evapora più facilmente.

Mantenere un ambiente umido
Per le piante in casa e in ufficio è importante conservare un ambiente umido: i vasi vanno posati in larghi sottovasi con uno strato di Cifo Argilla espansa immersa in un velo d’acqua. Per mantenere il substrato sempre correttamente umido con minimo dispendio di acqua viene in aiuto Cifo Aquastick, gel idratante a base di acqua purissima a lento rilascio che viene liberata gradualmente nel terreno, dove rimane disponibile per 30 giorni circa.

Pacciamatura e umidità
Proteggete le piante con la pacciamatura: potrete così rallentare l’evaporazione dell’acqua mantenendo umido il terreno e favorendo il benessere delle piante. Vi basterà ricoprire il terreno con erba, foglie, paglia o ghiaia. Per avere un risultato migliore ponete uno strato di Cifo Corteccia di Pino Marittimo della linea Torfy: trattiene l’umidità a lungo, ha un’azione termoisolante contro il caldo e ostacola la crescita delle infestanti.

Scegliere le piante giuste
Al momento della semina, scegliete sempre piante e ortaggi adatti alle condizioni climatiche della zona in cui vivete e alle cure che riuscirete a dedicargli.
Scegliete piante che richiedono un consumo d’acqua moderato: oleandro, plumbago, lantana, hemerocallis, lavanda e santolina sono solo alcune fra le tante piante fiorite fino all’autunno che non richiedono un grande dispendio d’acqua. Usando un terriccio come Cifo Terriccio Universale Riserva d’Acqua – Premivit, caratterizzato dalla presenza di Water Reserve il ritentore idrico di origine completamente naturale, in grado di trattenere l’acqua e renderla disponibile alle piante gradualmente. Le irrigazioni possono essere ridotte e in caso di stress idrico le piante risulteranno più robuste.


Le migliori piante contro l’inquinamento

Le piante arredano le nostre case e animano di colori i nostri balconi ma sono anche in grado di migliorare la qualità dell’aria che respiriamo e limitare l’inquinamento. Come avviene questo piccolo miracolo verde? Le piante durante la fotosintesi clorofilliana sono in grado di catturare gli agenti inquinanti presenti sotto forma di gas nell’aria che ogni giorno respiriamo. Il metabolismo della pianta rende questi agenti inattivi, ma è solo quando arrivano alle radici che avviene la neutralizzazione. Tutte le piante portano avanti questo processo, ma alcune arrivano a neutralizzare fino all’80% degli agenti inquinanti presenti. Sono delle vere e proprie piante antismog! Ma vediamo nel dettaglio le piante maggiormente indicate per purificare balconi e ambienti indoor.

PURIFICARE L’ARIA IN APPARTAMENTO
Nelle abitazioni possono essere presenti molti composti organici volatili (detti Vocs, Volatile Organic Compounds), possono provenire dai solventi delle vernici con cui verniciamo le pareti, da alcune sostanze adesive con cui sono incollati i mobili, dalla formaldeide presente nei detergenti o dal fumo di sigaretta. Ecco quali piante sono indicate per contrastare gli effetti negativi di queste sostanze:

Sansevieria
Di colore verde scuro con venature argento e verde chiaro, è molto resistente e per questo motivo apprezzata anche da chi non ha il pollice verde. Per far sì che questa pianta sia sempre in salute è importante concimare con il Concime Liquido per Piante Verdi settimanalmente dalla primavera all’autunno e 2 volte a settimana in inverno.
UTILE CONTRO: l’effetto delle radiazioni elettromagnetiche.

Dracena
Anche detta tronchetto della felicità, è una pianta sempreverde che sopporta bene il calore.
UTILE CONTRO: benzene, tricloroetilene e il toluene.

Potos
Pianta sempreverde e rampicante che può essere coltivata in terra o in idroponica (coltivazione in acqua). Cresce molto velocemente e resta in vita facilmente!
UTILE CONTRO: la formaldeide e il fumo di sigaretta

PIANTE ANTISMOG DA ESTERNO
Per chi abita in città dal traffico intenso, il balcone non è proprio il luogo ideale per prendere una boccata d’aria. Queste piante antismog ci aiutano a rendere il balcone una piccola oasi di verde.

Oleandro
Pianta arbustiva sempreverde originaria del mediterraneo. Si presta a molti ruoli: da pianta singola, che può avere forma di grosso cespuglio o anche alberello, a siepe.
UTILE CONTRO: benzene e smog delle auto.

Azalea
Questa pianta dai fiori bellissimi è abbastanza facile da coltivare e curare. Dona un tocco di colore al balcone o al giardino.
UTILE CONTRO: formaldeide e gas chimici

 


Lo stile Urban Jungle: quali piante tropicali da interno scegliere e come curarle

Le piante tropicali invadono gli spazi interni della casa: pendono dalle librerie, risaltano tra le poltrone del salotto o troneggiano sulla superficie di un tavolino. Sono proprio loro a dare il nome Urban Jungle a questo tipo di arredamento. Arredare con queste meravigliose creature dà grande soddisfazione a chi ha il pollice verde ma anche a chi è alle prime armi.

PIANTE TROPICALI DA INTERNO “VORREI MA NON HO TEMPO”
Kenzia o Howea è una palma facile da curare ed è molto resistente ai maltrattamenti da pollice nero. Predilige ambienti poco luminosi e una temperatura compresa fra 16 e 25 °C, va concimata da maggio ad agosto con il Concime liquido per piante verdi.
Sansevieria è un’altra pianta amica di chi rischia di dimenticarsi di annaffiare perchè ha bisogno di pochissima acqua.

PIANTE TROPICALI PER CHI IL TEMPO PER IL VERDE LO TROVA SEMPRE
Ficus lyrata è una pianta dalle foglie molto ornamentali e ha bisogno di cure costanti: luce, umidità, attenzione alle foglie che rischiano di bruciarsi al sole o di cadere in caso di ristagni e di annaffiature frequenti in estate.
Monstera deliciosa è tra le piante d’appartamento più amate, è molto resistente ma ha bisogno di qualche piccolo accorgimento. Non bisogna mai esporla al sole diretto e necessita di annaffiature generose, facendo attenzione ai ristagni. Va concimata con il Concime liquido per piante verdi ogni 2 settimane, ma solo in primavera ed estate.

LA SOLUZIONE BIO PER PRENDERSI CURA DELLE PIANTE DA INTERNO
Anche per le piante da interno si può scegliere un metodo naturale per rinforzare la resistenza agli stress causati dagli attacchi degli insetti: è una scelta vincente sia per la salute delle piante che per l’ambiente. Cifo Olio di Lino, per esempio, è il prodotto consentito in agricoltura biologica consigliato per aumentare le difese naturali delle piante contro le cocciniglie che molto spesso infestano il verde in casa e all’aperto, attivando le difese naturali delle piante nei confronti degli insetti.
Se il problema è legato a parassiti come afidi e ragnetto rosso, molto comune su vari tipi di piante, viene in aiuto Cifo Sapone Molle, per attivare le difese naturali delle piante nei confronti dei parassiti, in particolare afidi e ragnetti; ha inoltre un effetto “pulente” naturale, per lavare le piante imbrattate da melata o fumaggini prodotte da insetti.
Per attivare uno scudo protettivo dall’attacco di funghi, batteri e virus consigliamo l’utilizzo di Cifo Propoli, 100% naturale senza residui, consentito in agricoltura biologica. Favorisce la rapida cicatrizzazione delle ferite causate da lesioni e protegge le piante dall’eventuale formazione di muffe o ingresso di patogeni. Tutti e tre questi prodotti sono eccellenti anche per le piante destinate al consumo alimentare (ortaggi, frutti e aromatiche).

 

 

 


Come piantare le rose

Immaginare un futuro in fiore con le rose da piantare prima dei geli

I rosai apprezzano la piantagione autunnale, operazione necessaria per quelli che vengono acquistati a radice nuda (ossia con le radici in sacchetto, immerse in terriccio o segatura e simili), ma utile anche per le rose acquistate in vaso. La ragione è legata al fatto che ora le rose sono in riposo vegetativo; durante l’inverno le piante si assestano nel terreno e iniziano a radicare; con la primavera, si sviluppano rapidamente senza stress da trapianto, e arrivano alla fioritura nelle migliori condizioni.

Per piantare bene le rose occorre innanzi tutto scegliere il luogo, che deve essere ben soleggiato. Se nell’area ci sono infestanti occorre eliminarle, estirpandole se possibile oppure utilizzando Cifo Aceto – Stop Infestanti, un prodotto naturale in grado di favorire, in modo ecologico, il collasso strutturale dei tessuti delle piante indesiderate. L’alta concentrazione di acido acetico favorisce una rapida azione del prodotto assicurando altresì un effetto “pulente” delle zone da trattare. Altamente ecologico, non possiede attività residuale e rappresenta una valida alternativa alla difesa chimica. Occorre attendere 2-4 giorni per il disseccamento delle piante, asportandone se possibile anche le radici durante la zappettatura e la preparazione della buca di impianto.

Si utilizza Cifo Terriccio Universale – Linea Torfy per avere le migliori possibilità di attecchimento: questo substrato consentito in agricoltura biologica contiene uno speciale mix di torba nera e torba bruna, che garantisce una riserva costante di elementi nutritivi, una corretta idratazione e una ottimale porosità grazie alla presenza di perlite che favorisce il drenaggio e l’areazione. Inoltre contiene concime, che assicura nutrimento per le prime fasi del trapianto sostenendo l’attecchimento.

Poiché le rose sono piante molto esigenti in fatto di nutrizione, conviene prevedere anche l’impiego di Cifo Top N, specialità nutritiva in microgranuli che contiene un’elevata percentuale di aminoacidi e sostanze nutritive naturali: agiscono positivamente sulla fisiologia della pianta, promuovendo la formazione di nuove radici e germogli e riducendo lo stress da trapianto. La ricca presenza di azoto a lenta cessione garantisce una nutrizione costante ed equilibrata, preparando i rosai al risveglio primaverile.

Se l’impianto dei rosai avviene in grandi vasi o vasche in terrazzo è bene predisporre il contenitore con uno strato di Cifo Argilla espansa – Linea Torfy sul fondo, come drenaggio; per il terriccio e il nutrimento si utilizzano gli stessi prodotti citati sopra.

In genere, in inverno non è necessario innaffiare, ma nelle zone mediterranee con clima invernale caldo può rendersi utile fornire acqua a sufficienza per mantenere il substrato leggermente umido.

Grazie a queste attenzioni, i rosai si troveranno nelle migliori situazioni per sviluppare in primavera la vegetazione; a partire da aprile sarà opportuno fornire poi un concime a pronto effetto, Cifo concime granulare per rose, continuando la somministrazione ogni 15-20 giorni fino all’autunno, distribuendolo in superficie su terreno sempre già leggermente umido, facendo seguire una zappettatura leggera per favorirne la penetrazione.


Rinvio Fiera Internazionale Myplant & Garden

Siamo spiacenti di dover comunicare che la manifestazione Myplant & Garden è stata rinviata a causa dell’emergenza sanitaria relativa al timore di contagio dovuto alla diffusione del COVID- 19.

La decisione è stata da noi condivisa, segno che in questo momento anche noi abbiamo il dovere di essere parte della soluzione e non il problema. Questo è, nel nostro piccolo, il comportamento che riteniamo più corretto e ragionevole.

La fiera sarà rinviata nel mese di settembre 2020 e sarà una nuova occasione d’incontro presso il nostro stand. Sarà nostra cura tenervi aggiornati in merito alla manifestazione.

SCARICA LA COMUNICAZIONE DELLA PREFETTURA DI MILANO

SCARICA LA COMUNICAZIONE DELLA REGIONE LOMBARDIA

Rimaniamo come sempre a vostra disposizione per qualsiasi informazione a riguardo.


Orto invernale: consigli utili

Nei tunnel e serre, gli ortaggi invernali continuano il loro sviluppo, ma anche con un orto invernale occorre fare attenzione alle carenze nutritive: Cifo Concime granulare per piante da orto e da frutto, un formulato consentito in agricoltura biologica, in micropellet pronti all’uso a base di azoto organico, fosforo naturale e potassio, a cessione “modulata” per soddisfare le specifiche esigenze delle piante nelle diverse fasi del ciclo colturale.

  • Nell’ambiente chiuso di tunnel e serre le temperature possono salire e l’ambiente è afoso: in queste condizioni può diffondersi l’oidio (mal bianco) e di altre malattie fungine. Viene in aiuto Cifo Zolfo Flow, un preparato consentito in agricoltura biologica a base di zolfo in formulazione flowable: favorisce la fotosintesi clorofilliana, previene le carenze e migliora la qualità degli ortaggi, che risultano più robusti e meno sensibili alle infestazioni.

• Sempre con l’obiettivo di rinforzare le piante si somministra Cifo Sapone Molle, che è in grado di attivare le difese naturali delle piante nei confronti degli insetti, in particolare afidi e ragnetti. Ha inoltre un effetto “pulente” naturale, per lavare le piante imbrattate da melata o fumaggini prodotte da insetti. Ottimo anche per le piante di agrumi in serre e verande.


PARTE MY PLANT & GARDEN 2020

Arriva la 6° edizione della Fiera Myplant & Garden 2020, la più importante fiera professionale del florovivaismo, garden e del paesaggio in Italia, in programma a Milano dal 26 al 28 febbraio 2020.

Dopo aver preso parte anche alle prime edizioni dell’evento, e dopo il successo dell’ampio spazio espositivo dell’anno scorso, Cifo quest’anno riconferma la sua presenza con uno spazio ancora più ampio di circa 75 mq, che si propone come un luogo di incontro, di esperienze e di suggestioni (Pad. 12 stand C37). Protagoniste assolute di questo spazio saranno la natura e la sostenibilità, dedicandosi ai prodotti della linea Barriera Naturale e altri prodotti consentiti in agricoltura biologica.

Anche quest’anno Cifo sarà partner Garden Center New Trend, area privilegiata di contatto col trade perché cuore dell’innovazione di MyPlant, destinato a raccontare tutte le nuove tendenze del mercato. In questa superficie, quest’anno la versione “esterna” con i trend emergenti: outdoor, sostenibilità, gardening.

“Il rispetto per l’ambiente e per la nostra salute sono dei temi importantissimi che ispirano da sempre la nostra attività e siamo orgogliosi di poter offrire prodotti naturali e biologici che allo stesso tempo non hanno nulla da invidiare ai metodi più convenzionali dal punto di vista dei risultati” spiega Pierluigi Picciani, direttore commerciale e marketing Cifo.

Non solo i prodotti ma anche i servizi Cifo approfittano della formidabile vetrina di Myplant: uno speciale corner è, infatti, destinato ai Green Advisor di Cifo, una squadra di professionisti attivi in tutta Italia per offrire un supporto ai punti vendita in termini di visual merchandising ma anche attività di formazione diretta alla rete vendita e al consumatore finale. Inoltre, proprio in fiera, sarà presentato ufficialmente il nuovo account Instagram @cifo_giardinaggio, con cui l’azienda, già attiva e apprezzata su Facebook e Youtube, diventa sempre più social e più vicina ai suoi followers.


Orchidee in inverno, gioielli indoor

Meravigliose creature esotiche, simbolo di bellezza e di buona sorte, le orchidee in inverno vivono bene indoor, in ambienti molto luminosi, non esposte al sole diretto, con temperature costanti. La fioritura viene mantenuta a lungo somministrando Cifo Concime liquido per Orchidee che favorisce lo sviluppo delle radici, l’apertura dei boccioli e rende i fiori più durevoli e intensamente colorati. Poiché hanno bisogno di un costante livello di umidità, è consigliabile l’impiego di Cifo Aquastick, gel idratante a base di acqua purissima a lento rilascio che viene liberato gradualmente nel terreno, dove rimane disponibile per 30 giorni circa. E’ indicato non solo per le orchidee ma anche per tutte le piante ornamentali in vaso da interno ed esterno.

• Al termine della fioritura è bene lasciare la pianta in riposo per 6-8 settimane, senza concime e con irrigazioni moderate (giusto il necessario per tenere il substrato appena umido). Poi occorre rinvasare eliminando tutto il vecchio substrato, da sostituire con Cifo Terriccio specifico per Orchidee – Linea Torfy, a base di corteccia di pino francese, fibra di cocco e torba bionda, opportunamente miscelati per fornire alle piante un substrato di altissima efficacia, ideale anche per le specie più delicate sia epifite che terricole. Riprendendo le concimazioni, la pianta sarà in grado di produrre nuovi boccioli e rifiorire, se le condizioni ambientali sono idonee in termini di luce, umidità e temperatura.


Agrumi in vaso, bellezza e sapore

Piante generose e cariche di simboli positivi, ottime anche per un bel regalo

L’inverno è il momento degli agrumi, un dono prezioso del Mediterraneo, perfetti anche come dono natalizio: sono ricchi di significati simbolici, augurano fortuna, abbondanza e ricchezza, esprimono i valori della salute e sono molto decorativi. Sebbene la loro presenza sia istintivamente associata agli assolati paesaggi del nostro Meridione, gli agrumi sono originari dell’Asia orientale, dall’Himalaya alla Cina. Gli arabi, che ne amavano il sapore e il valore ornamentale, portarono limoni e aranci prima nel Medio Oriente e poi in Sicilia; oggi la loro presenza è diffusa ovunque perché è facile coltivare gli agrumi in vaso, spostandoli da novembre a marzo al riparo dal gelo in ambiente molto luminoso.

La coltivazione richiede contenitori ampi e profondi; dopo l’acquisto occorre trapiantarli collocando sul fondo uno strato di 3-5 cm di Cifo Argilla espansa – Linea Torfy e utilizzando Cifo Terriccio specifico per AgrumiLinea Torfy, consentito in agricoltura biologica. È a base di torba bionda baltica e torba nera, arricchito con argilla per garantire il giusto livello di umidità e areazione e prevenire il ristagno idrico. Questo substrato è consigliato anche per i rabbocchi: quando non è possibile cambiare il vaso perché già molto grande, occorre asportare il terriccio superficiale e sostituirlo, operazione consigliata ogni anno in autunno o primavera.

La produzione di fiori e frutti e la salute degli agrumi in vaso dipendono molto dall’ambiente: hanno bisogno di sole e irrigazioni costanti e regolari in primavera-estate, evitando i ristagni idrici (se rimane acqua nel sottovaso dopo mezz’ora dall’irrigazione va tolta). Il riparo dal gelo è indispensabile; i limoni hanno una discreta resistenza e possono restare all’aperto addossati a una parete esposta a Sud, protetti da un portico o tettoia e riparati da un cappuccio di tessuto-non-tessuto; ma la condizione ideale, per limoni e agrumi in genere, è un ambiente non riscaldato, con temperature pressoché stabili intorno ai 10-15 °C, dove le piante producono bene i loro fiori e frutti.

La fruttificazione va assecondata con adeguato nutrimento; le piante in vasi di media dimensione si concimano ogni 8-10 giorni da aprile a settembre e ogni 15-20 giorni nel resto dell’anno con Cifo concime liquido per Agrumi da frutto e ornamentali, arricchito con microelementi che riducono i rischi di carenze nutritive. In vasi grandi e in piena terra conviene utilizzare Cifo Concime idrosolubile per Agrumi da frutto e ornamentali; il formulato consente tre modalità di impiego: spargimento della polvere solubile sul terriccio (da interrare leggermente, facendo seguire una generosa irrigazione); scioglimento in acqua per innaffiatura, oppure per nebulizzazione sul fogliame. Le applicazioni saranno ogni 10-15 giorni in primavera-estate e ogni 20-30 giorni nel resto dell’anno.

Per la tutela della salute, la prevenzione di malattie e parassiti come la cocciniglia, si utilizzano i prodotti della linea Cifo Barriera Naturale, come Cifo Olio di Lino, ammesso in agricoltura biologica, che rinforza le difese naturali degli agrumi in vaso e non, nei confronti degli insetti, in particolare delle cocciniglie: una buona scelta per ottenere un raccolto generoso, saporito e ricco di virtù per la nostra salute.


Bio, una scelta per il futuro

Un impegno per il 2020? Passate al bio: è facile e soddisfacente. Cifo ha scelto questo percorso naturale già da tempo e vi accompagna nella coltivazione del verde ornamentale, dell’orto e del frutteto con metodi e prodotti ammessi in Agricoltura Biologica. Fra questi, ecco tre eccezionali prodotti naturali al 100%.

  • Cifo Terriccio specifico per ortaggi – Linea Torfy è la scelta bio per la coltivazione di verdure saporite e genuine anche in vaso: una soddisfazione facilissima a cui non rinunciare. Nella linea Torfy ci sono poi altre tipologie di terricci specifici per rispondere alle esigenze dei diversi tipi di piante in modo mirato.
  • Cifo Bio Oro è l’innovazione naturale adatta a tutte le piante ornamentali ed edibili: è una specialità biostimolante che migliora la crescita, la fioritura e la fruttificazione, e per le sue caratteristiche rigenera le piante colpite da stress di origine climatica (grandine, gelate, squilibri idrici ecc.).
  • Propoli Cifo è uno dei prodotti della linea Barriera Naturale: attiva le difese naturali delle piante nei confronti di insetti, funghi, batteri e virus. Favorisce la rapida cicatrizzazione delle ferite causate da lesioni, innesti e/o potature, proteggendo le piante dall’eventuale formazione di muffe o ingresso di patogeni.

La scelta bio di Cifo è supportata da alta qualità degli ingredienti e dei processi di lavorazione: innovazione e protezione della natura viaggiano insieme verso il futuro. Buon 2020 a tutti!


Tre piante bellissime per dire: Buon 2020

Auguri per un nuovo anno splendido

Si chiude un decennio: salutiamo il 2019 per accogliere un nuovo anno. Cifo Vi augura che sia un anno di pace e di rispetto per la natura e l’ambiente, un anno sereno e generoso per tutti voi che ci seguite con passione per il verde e per i fiori. Per questi motivi vogliamo dirvi Buon 2020 con tre meravigliose piante che sono simbolo delle Feste e degli auguri, portatrici di fortuna e di felicità!

La stella di Natale

Non esiste una pianta che più di questa sappia esprimere la gioia e l’allegria. Le “foglie” colorate si mantengono a lungo se vive in ambiente fresco (18 °C è l’ideale) e molto luminoso. Non innaffiate troppo: tastate con le dita il terriccio e bagnate se lo sentite quasi del tutto asciutto, eliminando l’eventuale acqua ancora stagnante nel sottovaso dopo mezz’ora dall’innaffiatura. Concimate ogni 10-12 giorni con Cifo Concime Liquido Universale per piante verdi e fiorite, arricchito con microelementi che prevengono carenze e debolezza vegetativa.

L’agrifoglio

Pianta italiana simbolo di pace, amicizia e amore, è un arbusto durevole che vive bene in terrazzo e in giardino; in casa le piantine natalizie di agrifoglio possono vivere per qualche giorno, in ambiente molto fresco e luminoso e innaffiate con moderazione, poi vanno rinvasate utilizzando Cifo Terriccio Universale – Linea Torfy, utile sia per la coltivazione in vaso che per il trasferimento in piena terra in giardino; è composto da uno specifico mix di torba nera e torba bruna che garantisce una riserva costante di elementi nutritivi, una corretta idratazione e una ottimale porosità per il drenaggio e l’areazione. Il concime contenuto assicura nutrimento per le prime fasi del trapianto sostenendo l’attecchimento. Tenete d’occhio i rami, per prevenire un’infestazione di cocciniglie, utilizzate un prodotto corroborante come Cifo Olio di Lino, in grado di attivare le difese naturali delle piante nei confronti degli insetti, in particolare delle cocciniglie.

La rosa di Natale

L’elleboro o rosa di Natale è presente anche nella flora spontanea italiana ed è da sempre considerata una pianta che annuncia il Natale promettendo il risveglio della natura. Pianta da esterni durevole se in estate ha ombra e terreno umido, ha bisogno di un aiuto per produrre molti boccioli fino ad aprile: concimatela ogni 2-3 settimane con Cifo Eclat 15, specialità a matrice organica e alto contenuto di Azoto (15%). Il terriccio deve essere sempre leggermente umido; vive anche in vasi profondi, ma il suo luogo ideale è un angolo fresco e ombreggiato in giardino, ai piedi di siepi e arbusti: se trova il posto giusto, vive per anni sbocciando in inverno, un vero spettacolo di forza della natura.

Molte altre sono le piante augurali: abete, vischio, orchidee, cactus di Natale, azalee, ciclamini, agrumi, melograno… scegliete voi la pianta che meglio di ogni altra vi sembra annunciare la forza della speranza e della pace: Cifo sarà al vostro fianco come sempre per far vivere al meglio la vostra passione, anche nel 2020, e auguri da tutto il team!

 


Vacanze di Natale: tre lavori in giardino da fare in inverno

Chi ama il verde non ha paura del freddo e con piacere si regala qualche momento all’aperto, magari approfittando delle giornate di festa e delle vacanze di Natale per fare alcuni lavori in giardino. Ecco tre cose che si possono fare in questo periodo.

Piantate alberi da frutto in giardino o in terrazzo, in vasi molto grandi e profondi; per ottenere un buon risultato di crescita è consigliabile utilizzare Cifo Terriccio specifico per piante da frutto – Linea Torfy, substrato consentito in agricoltura biologica ideale per la coltivazione di tutte le piante da frutto. Il concime contenuto assicura nutrimento per le prime fasi del trapianto sostenendo l’attecchimento.

Proteggete la superficie del terreno dal gelo, rendendola anche esteticamente migliore, spargendo intorno al fusto delle piante in vaso o in aiuola Cifo Corteccia di pino Marittimo – Linea Torfy, completamente naturale, consentita in agricoltura biologica e pronta all’uso. Svolge un’azione termo-isolante, evita lo sviluppo di infestanti e trattiene l’umidità nel terreno, è utile in tutte le stagioni.

Migliorate la fertilità del terreno in giardino, vasi, orto e frutteto, spargendo e interrando leggermente Cifo Biotron S, prodotto naturale costituito da Leonardite, sostanza umificata che rende migliore il terreno, aumenta la capacità di assorbimento delle radici, favorisce lo sviluppo dei germogli e intensifica la colorazione dei fiori, consentendo così uno sviluppo più armonioso, rende più disponibili per le piante gli elementi nutritivi già presenti nel terreno. Ottimo anche per il manto erboso


La stella di Natale, una bellezza da proteggere

Consigli per conservare al meglio lo spettacolo della stella di Natale

Robert Poinsett, viaggiatore, botanico e politico statunitense, scoprì la bellezza della stella di Natale nelle calde terre del Messico: oggi questa pianta, che porta il suo nome (Poinsettia pulcherrima) è diventata la superstar del Natale, e al colore rosso delle sue brattee (foglie trasformate) oggi si uniscono innumerevoli varietà, ottenute attraverso incroci complessi di tipologie diverse, con brattee bianche, panna, rosa, screziate e persino verdi, molto eleganti.

Nelle nostre case arriva da novembre in poi e può conservare la sua grande bellezza per molte settimane, ecco alcuni consigli utili.

 

  1. Rinvasate la stella in un contenitore di poco più grande utilizzando Cifo Premivit – Terriccio universale a riserva d’acqua, che consente alle radici della pianta di trovare disponibilità di umidità a lungo senza che il substrato sia necessariamente fradicio (cosa che va evitata). Questo terriccio, indicato per tutti i tipi di piante, contiene l’innovativo Water Reserve, ritentore idrico di origine completamente naturale, in grado di trattenere l’acqua e renderla disponibile alle piante gradualmente. Le irrigazioni possono essere ridotte e in caso di stress idrico le piante risulteranno più robuste.
  2. Se temete di essere distratti e di dimenticare le concimazioni, necessarie per conservare il vigore e la salute della stella, un’ottima soluzione è offerta da Cifo Fertistilla, nutrimento bi-attivo in fiale che contengono i fattori nutritivi necessari per tutte le piante in vaso (sia da esterno che da interno); la parte contenente la soluzione di colore azzurro ha una funzione nutriente (assicura tutti gli elementi necessari allo sviluppo delle piante), quella di colore verde ha funzione rinvigorente (garantisce una crescita veloce e una rigogliosa fioritura). Ottima scelta per tutte le piante che abbelliscono la casa in questo periodo festivo.
  3. Se le condizioni ambientali sono imperfette, rinvigorite la stella con la specialità Cifo Sinergon Plus – Rinvigorente per piante, 100% naturale, a base di aminoacidi e microelementi: è utile in presenza di piante debilitate, in particolare tutte le volte che le piante subiscono stress vegetativi, purtroppo molto frequenti per le piante che vivono in casa in inverno.

Collocate la vostra stella in un luogo fresco e luminoso (l’ideale è 18°C) e vaporizzate spesso acqua sul fogliame per mantenerlo ben idratato, e la vedrete bella a lungo, ben oltre Natale! Non dimenticate che il significato della stella è ricco di valori positivi: esprime il dono dell’amore, è simbolo di saggezza, viene ritenuta portatrice di gioia e di rinascita: perfetta per immaginare un 2020 generoso!


Tre ortaggi per un mini-orto invernale in serra o sotto tunnel

Raccogliere qualcosa da portare in tavola anche in inverno: ecco un magnifico privilegio di chi decide di dedicare un po’ di spazio all’orto. La coltivazione può avvenire in vaso, in serra o veranda, oppure all’aperto sono un mini-tunnel. Ecco tre ortaggi ideali per ottenere risultati facili in tempi brevi.

Valeriana: piantina che non ha paura del freddo ma deve comunque essere protetta da brina e ghiaccio, cresce rapidamente anche in vaso.

Lattuga catalogna (“Barba dei frati”): è una varietà da cespo e da taglio dall’accrescimento molto rapido, pronta da raccogliere entro un mese dal trapianto.

Cavolo nero: pianta molto bella con foglie bollose di ottimo sapore, si possono utilizzare anche per fare un pesto oppure bollite e cucinate in mille modi; non teme il gelo.

Per ottenere il meglio occorre Cifo Terriccio per ortaggi – Linea Torfy, consentito in agricoltura biologica. Il concime contenuto assicura nutrimento per le prime fasi del trapianto sostenendo l’attecchimento. Lo sviluppo sarà migliorato con l’impiego di Cifo Algatron, specialità naturale da alghe marine brune, per favorire la crescita anche in condizioni difficili come quelle autunnali. In serra e sotto tunnel le piante sono più esposte alle malattie fungine, a causa della carenza di circolazione d’aria; a scopo preventivo e curativo si utilizza Cifoblok Plus, in grado di attivare le barriere fisiologiche della pianta, migliorandone il vigore e fortificando le pareti cellulari e i tessuti, favorendo una crescita sana


Una casa in fiore per vivere meglio

Colori ed emozioni positive grazie al verde

L’autunno è un momento importante per ripensare al benessere in casa: foglie, colori e natura, ecco la ricetta per il benessere indoor, che passa dalle piante. Perché curare il verde in casa è rilassante e aiuta a vivere meglio, grazie all’influenza positiva dei colori (il verde è rilassante e ci aiuta a trovare serenità), al piacere di osservare la crescita del nostro verde e, non ultimo, al potere depurativo per l’aria degli ambienti domestici, un beneficio accertato dalla scienza.

Le piante che entrano negli ambienti in cui viviamo sono destinate a far parte della nostra vita quotidiana, ed è facile affezionarsi al punto di osservarle con gioia, vedendole crescere e fiorire. La coltivazione è sempre un’affascinante sfida: riusciremo a far crescere e prosperare il nostro verde indoor, in casa o in ufficio?

Per avere le migliori possibilità occorre conoscere le piante: non acquistate mai una pianta di cui non conoscete il nome, esigete dal punto vendita il corretto e completo nome botanico, che vi sarà utile per trovare tutte le indicazioni utili circa il luogo idoneo e le cure da assicurare. Le piante tropicali da interno, infatti, sono in genere piuttosto resistenti, ma alcune hanno esigenze particolari in fatto di luce (mai sole diretto) o di umidità (le felci sopravvivono solo se l’ambiente è fresco e umido). Altre richiedono acqua non calcarea: piantine graziose come la Nertera, coperte di minuscole bacche arancioni, non sopportano il calcare. Altre chiedono ambienti molto freschi: le azalee, per esempio, hanno una breve durata in casa ma restano belle a lungo se sono in ambienti non riscaldati e molto umidi e luminosi.

Altre piante, come pothos, clorofito, dracena, filodendro e quasi tutte le piante grasse, sono davvero super facili, consigliate per chi ha poco tempo e poca pazienza; alcune sono consigliate per ritrovare calma e serenità. Secondo il Feng Shui, l’antica arte cinese che studia come l’energia vitale del cielo e della terra fluisce e interagisce con l’uomo, l’elegantissima sansevieria è consigliata per la casa delle persone irritabili e nervose; in camera da letto aiuta a dormire bene ritrovando tranquillità.

Per semplificare la manutenzione occorre partire con il piede giusto: rinvasate dopo l’acquisto in un vaso più profondo, con uno strato di Cifo Argilla espansa – Linea Torfy, sul fondo. Poiché in inverno le condizioni ambientali indoor non sono l’ideale per le piante, è bene scegliere Cifo Premivit – Terriccio universale rinvigorente: la sua peculiarità è quella di rinvigorire le piante quando presentano sintomi di stress o deperimento, o come prevenzione a queste problematiche. L’azione specifica del terriccio è data dalla presenza di una speciale sostanza, il coformulante APR, abbinato all’esclusivo concime TOP N, in grado di attivare un maggiore sviluppo delle radici, con conseguente maggiore assorbimento dei fattori nutritivi, donando vigore alle piante debilitate e favorendo l’attecchimento.

La concimazione deve avvenire con regolarità: per semplificare la manutenzione è consigliabile scegliere Sassolini Cifo, concime in compresse nelle versioni per piante verdi e per piante fiorite. Grazie alla sua formulazione, il concime agisce gradualmente assicurando nutrimento per molte settimane, fino a tre mesi.

Se le piante sono particolarmente grandi, e quando mostrano segni di stress con vegetazione “ferma” e scarsa vitalità, viene in aiuto Cifo Sinergon Plus – Rigenerante per piante, per sviluppare una maggiore resistenza alle avversità e stimolare la vegetazione migliorando la crescita e lo sviluppo.

La cura del verde indoor deve prevedere anche una periodica pulizia del fogliame per mantenerlo vivace, brillante e sano: Cifo Ecomirax, lucidante fogliare senza gas, è ideale per tutte le piante con foglie coriacee e non pelose (tutti i ficus, dracene, filodendri, aralie, dieffenbachia, pothos, croton e tante altre specie). Un trattamento con questo prodotto ogni 30-40 giorni consente di mantenere al meglio la regolare respirazione e traspirazione fogliare senza lasciarvi in superficie alcun velo untuoso o impermeabile all’aria. Le piante resteranno belle, regalandoci emozioni e vitalità.

 


Polvere di roccia, nuovo arrivo per la linea Barriera Naturale

Polvere di Roccia è un preparato consentito in agricoltura biologica, pronto all’uso, in grado di allontanare in modo naturale lumache e limacce da tutte le piante presenti in terrazzo, nel giardino e nell’orto. Grazie alla spiccata capacità delle materie prime di assorbire grosse quantità di acqua, il prodotto crea un ambiente sgradevole ai molluschi, creando un effetto barriera meccanica disabituante nei confronti di lumache e limacce.

Ideale per le piante orticole, aromatiche, frutticole e ornamentali.


Cifoblok Plus, nuovo arrivo per la linea Barriera Naturale

Formulato pronto all’uso, di nuova concezione, a base di un mix di estratti vegetali di Echinacea, Aloe e Tormentilla coadiuvati dalla molecola CuACT, rame attivato da un complesso di amminoacidi vegetali.

Grazie alla sua specifica composizione, Cifoblok Plus attiva le barriere fisiologiche della pianta. L’utilizzo regolare di Cifoblok Plus migliora il vigore delle piante fortificandone le pareti cellulari e i tessuti, favorendo quindi una crescita sana e migliorando la qualità finale delle produzioni

 


CIFO partner di PIANTONARIO 2019

Cifo sarà partner di PIANTONARIO 2019, importante appuntamento dedicato esclusivamente agli operatori del settore, organizzato presso i Vivai Leonessa a Travagliato (BS) con il patrocinio dell’Associazione Florovivaisti Bresciani e della Fondazione Minoprio.

PIANTONARIO 2019, a cura dell’art director Erica Cherubini si svilupperà sul tema “Dall’Arte alla Magia delle piante”, si svolgerà per l’intera giornata del 28 agosto, dalle 10,30 alle 23,30, e sarà un’occasione imperdibile di formazione e di crescita per tutti i partecipanti.

Faranno da cornice a questo evento aree allestite in grado di trasformarsi in fonti d’ispirazione per i partecipanti e, nello stesso tempo, emozionare, coinvolgere e appassionare attraverso momenti di interazione diretta tra visitatori e natura.

Per scoprire il programma completo, clicca qui

La partecipazione è libera, ma è necessario prenotarsi comunicando la propria presenza ai seguenti contatti:
eventi@leonessavivai.it
366.6863402

 


Polvere di roccia, nuovo arrivo per la linea Barriera Naturale

Polvere di roccia è un preparato consentito in agricoltura biologia in grado di attivare le difese naturali dellle piante nei confronti di insetti e funghi. Il prodotto è una sospensione di rocce e minerali vulcanici macinati, che crea una barriera protettiva nei confronti di insetti masticatori e protegge la pianta da attacchi patogeni fungini.

Ideale per le piante orticole, aromatiche, frutticole e ornamentali, consentito per la coltivazione in agricoltura biologica.


Copper, nuovo arrivo per la linea Barriera Naturale

COPPER è il nuovo concime biologico a base di Rame e Boro, ideale per la coltivazione di ortaggi, frutticole, aromatiche e piante ornamentali, coltivate in vaso o in pieno terra, nell’orto e nel giardino di casa. Migliora il vigore delle piante rafforzando le pareti cellulare e i tessuti vegetali, ne favorisce la crescita e migliora qualità finale delle produzioni.

Nutre e rinforza le piante, ideale per la coltivazione in agricoltura biologica.

 


COMBIMAIS 6.0: Intervista a Mario Vigo su Green Planet News

Combimais, ovvero come salvare la coltivazione del mais, a partire dal nostro paese. Infatti, nel giro di 20 anni la produzione di questo cereale in Italia è molto diminuita.
Più o meno fino al 2000 bastava a soddisfare il 100% delle esigenze, oggi solo per il 50%. Per cui importiamo la metà del mais che ci serve da varie parti del mondo, Usa o Europa. Pensare che è un prodotto altamente strategico, coltura chiave per le grandi filiere alimentari, zootecniche, energetiche.
Perché questa crisi del mais? Varie le ragioni: il prezzo sul mercato che non è più remunerativo per gli agricoltori e i cambiamenti climatici che hanno portato grosse diffcoltà nella coltivazione, soprattutto nella Pianura Padana.
Diffcile “rimediare” a questi due elementi. Vanno allora individuate soluzioni alternative, come il Combimais, appunto, un progetto nato nel 2013 e presentato nella grande vetrina dell’Expo di Milano del 2015.
A pensarlo, un agricoltore specializzato nel settore cerealicolo di cui si occupa nella sua Azienda Agricola Folli nel milanese, nonché presidente della Innovagri, associazione impegnata nella ricerca, studio e approfondimento di tutti gli aspetti innovativi nel settore agroalimentare. È Mario Vigo, che ha reso reale l’idea in sinergia con diverse aziende, mettendo insieme competenze e professionalità diverse, con grande attenzione all’uso della terra e dell’acqua.
Il risultato? Un prodotto innovativo, di ottima qualità, ottenuto da un’agricoltura che sia sostenibile anche dal punto di vista economico e ambientale.

Leggi il resto dell’articolo:
Greenplanetnews 31 gennaio 2019


PARTE MY PLANT & GARDEN 2019

Il momento è arrivato!
Parte Myplant&Garden, la più importante fiera professionale del florovivaismo, garden e del paesaggio in Italia, in programma a Milano dal 20 al 22 febbraio.

Dopo avere preso parte anche alle prime edizioni dell’evento, quest’anno Cifo ha deciso, di puntare su questa edizione 2019, potenziando la propria visibilità e individuando una nuova modalità di partecipazione.

Non un classico stand commerciale, ma un ampio spazio espositivo fruibile di circa 70 mq, che si propone come un luogo di incontro, di esperienze e di suggestioni (pad n. 12, stand A25 B28). Protagoniste assolute di questo spazio saranno le piante, che daranno vita ad un allestimento verde e fiorito, riproducendo diverse aree tematiche: giardino, prato, orto, aiuole, vasi.

Cifo sarà inoltre partner del Garden Center New Trend, area privilegiata di contatto col trade perché cuore dell’innovazione di MyPlant, destinato a raccontare tutte le nuove tendenze del mercato. In questa superficie, quest’anno ancora più attrattiva perché progettata con concept espositivi innovativi e una focalizzazione mirata sulle identità dei consumatori, i prodotti Cifo saranno in bella mostra sugli scaffali.

“Le tendenze cambiano – dichiara Pierluigi Picciani, direttore marketing e commerciale e Cifo – e un’azienda innovativa come la nostra non può prescindere dalla ricerca di prodotti e linguaggi di comunicazione sempre diversi e in linea con i tempi”.

    

Cifo a FuturPera 2017

Cifo ha partecipato alla seconda edizione di Futurpera, evento fieristico dedicato alla valorizzazione della filiera pericola, in programma dal 16 al 18 novembre a Ferrara.

Già nella sua edizione di esordio nel 2015, il salone ha dimostrato di poter essere un punto di riferimento importante per gli operatori del settore, con l’obiettivo di valorizzare la pericoltura italiana ed internazionale, sostenendo un comparto che sta ricominciando a crescere e a innovarsi.

Un’occasione, che ha permesso a Cifo di valorizzare l’offerta fortemente caratterizzata da formulati innovativi e metodologie di concimazione a basso impatto ambientale.
Un’attenzione speciale, è stata rivolta ai biostimolanti, specialità fogliari completamente naturali, che rappresentano la soluzione ideale per aiutare le colture a superare le difficoltà che scaturiscano da fattori sia biotici sia abiotici, e risultano dunque degli ottimi alleati per le coltivazioni di piante da frutto.
Un chiaro esempio è Macys BC 28, biostimolante vegetale della linea Star, composto al 100% da estratto puro di Macrocystis Integrifolia. Grazie a questa preziosa componente, MACYS BC 28 stimola lo sviluppo vegetativo e produttivo della pianta, migliora la resistenza agli stress ambientali (alte temperature, siccità, salinità, squilibri idrico-nutrizionali) e incrementa l’assorbimento e la traslocazione dei nutritivi nei tessuti vegetali (azione “carrier”).

Cifo è stata quindi protagonista assieme ad oltre 120 aziende dei settori strategici della pericoltura: vivaismo e innovazione varietale, fertilizzanti, biostimolanti, agrofarmaci, sementi e, naturalmente, un’ampia scelta di mezzi tecnici per gestione del frutteto. Presenti anche le principali aggregazioni di produttori – Opera e Origine Group – e importanti realtà commerciali.

La fiera si è chiusa con un bilancio positivo in termini di afflusso e di interesse per il settore, lanciando un messaggio di concretezza ed efficienza per la prossima edizione 2019.

IMG-20171116-WA0006  IMG-20171116-WA0002

Leonardo Valenti al Roadshow “Imprese per crescere”

Il CEO del gruppo BIOLCHIM CIFO, Leonardo Valenti, su invito di BPER Banca e Sole 24 Ore, ha preso parte nei giorni scorsi a Bologna al dibattito “Imprese per crescere – Focus Finanza d’Impresa e Merger & Acquisition”, tavola rotonda di esperti nata per creare un confronto sui trend economici e di mercato, sulle strategie per la crescita e il cambiamento e per approfondire i temi di maggiore interesse per la vita d’impresa.

valentiObiettivo del roadshow, che ha toccato le più importanti città italiane e si concluderà a novembre con l’ultimo appuntamento fissato a Milano, è di rappresentare uno stimolo per le imprese, perché, alla luce del contesto economico sempre più globale, ripensino le proprie strategie ed intercettino nuove opportunità e soluzioni innovative per lo sviluppo del proprio business, anche innescando nuovi modelli di partnership nel rapporto tra Banca e Impresa.

Con l’Amministratore delegato Leonardo Valenti sono intervenuti: Luca Davi (giornalista finanza e mercati del Sole 24 ore), Pierpio Cerfogli (Vice Direttore BPER Banca), Gianluca Pallini (Docente di Finanza Aziendale all’Università Cattolica di Milano), Fabio Jeran (Responsabile Advisory e M&A BPER Banca), Davide Vellani (Responsabile Finanza d’Impresa BPER Banca), Nicola De Santis (CFO e M&A SIFI – Holding del Gruppo Fanti), Roberto Tunioli (Presidente e Amministratore Delegato Fervi).


CRESCE IL VERDE URBANO

Il piacere di veder crescere, rigogliosa, la piantina che abbiamo acquistato o seminato con passione, da oggi non è più riservato solo a chi dispone di un appezzamento di terra o di un giardino, con la nuova linea di prodotti biologici VERDE URBANO sarà sufficiente avere alcuni vasi sul davanzale di una finestra, sul balcone o sul terrazzo per regalarci il profumo del rosmarino, l’aroma del basilico, l’arrossirsi del pomodoro, il sapore piccante del peperoncino oppure il verde brillante del prezzemolo. VERDEURBANO

Della linea CIFO VERDE URBANO fanno parte:

VERDE-URBANO-linea

UNA DELEGAZIONE DELL’AIF IN VISITA DA CIFO

Cifo apre le porte a una delegazione dell’Aif (Associazione Italiana Fertilizzanti) guidata dal presidente nazionale, Pier Luigi Graziano, per un momento di confronto con gli associati.

L’incontro ha avuto luogo venerdì 19 giugno presso lo stabilimento di S. Giorgio di Piano (Bologna) sede dell’azienda, che dal 1965 è leader in Italia e sui mercati esteri, nella produzione e commercializzazione di concimi e formulati per la difesa nei settori del Giardinaggio e dell’Agricoltura.

Ad accogliere gli intervenuti, l’Amministratore Delegato Leonardo Valenti, che ha sottolineato l’importanza di fare squadra tra le aziende del settore, per affrontare con più forza le nuove sfide, in primis quelle legate alla regolamentazione e alla globalizzazione, e ha rimarcato come lavorare nella logica del gruppo stia dando grandi risultati anche a Cifo: “grazie all’unione con Biolchim è nato un grande gruppo. Due aziende storiche e solide hanno unito le forze e condiviso le conoscenze, e questo ha permesso ad entrambe di crescere in competitività. Oggi il gruppo può contare su 200 dipendenti, 180 tecnici commerciali, 7 filiali e 4 uffici commerciali in tutto il mondo, 2 stabilimenti produttivi in Italia e 1 in Canada, e ha davanti a sé ancora enormi possibilità di crescita”.

 

LValenti