Più verde in casa per depurare l’aria

Le migliori piante antismog per gli ambienti indoor

L’inquinamento atmosferico, un tema purtroppo di grande attualità soprattutto in questo periodo invernale, non è solo un problema degli spazi esterni. Anche nelle case, uffici, aziende e spazi commerciali l’aria può essere carica di sostanze tossiche, rilasciate da materiali edili, inchiostri di stampanti e fotocopiatrici, detersivi e prodotti per la pulizia e dal traffico: il benzene rilasciato dai motori può penetrare anche indoor.

Un aiuto viene dalle piante d’appartamento: alcune hanno la capacità di assorbire parecchie sostanze inquinanti, che vengono immagazzinate nelle loro cellule senza danni per la pianta. Tra le più efficaci, testate da diverse istituzioni scientifiche tra cui l’Università di Parma, ci sono splendide specie tropicali come pothos, croton, monstera, ficus, anturio e dieffenbachia, che in inverno vanno innaffiate con moderazione e rinforzate ogni 20-25 giorni con Cifo concime liquido per piante verdi, con alto titolo in Azoto: favorisce uno sviluppo rigoglioso delle piante, la formazione di germogli, radici e foglie e ne intensifica la colorazione verde. Se le piante sono indebolite dalle condizioni non ideali degli ambienti indoor, è utile somministrare, alternato al concime, Cifo Bio Oro, l’originale biostimolante universale che induce nelle piante trattate un rigoglioso sviluppo.

Anche alcuni cactus e succulente hanno virtù depurative per l’aria degli ambienti domestici: l’aloe, già di per sé ricca di proprietà utili per la salute, ha la capacità di assorbire sostanze volatili come la trielina e altre. In inverno deve stare praticamente con terreno asciutto, ma dalla primavera in poi si ricomincia a innaffiare e a concimare, prima mensilmente e poi ogni due settimane in estate, con Cifo concime liquido per piante grasse. Facilissimo moltiplicare l’aloe: basta staccare delicatamente le nuove giovani piantine che si formano intorno al cespo principale, ripiantandole in vaso utilizzando Cifo Terriccio specifico per piante grasse, dove radicano rapidamente.


Tre arbusti da piantare in inverno

Ligustro: è una pianta super resistente che non chiede attenzioni, è sufficiente innaffiare nei periodi asciutti e potare due-tre volte l’anno. Le piantine crescono rapidamente, vanno piantate utilizzando Cifo Terriccio Universale: contiene anche perlite, che favorisce il drenaggio e l’areazione, e un dosaggio di concime che assicura nutrimento per le prime fasi del trapianto sostenendo l’attecchimento.

Rododendri e azalee: splendidi arbusti con fioritura primaverile, sono ideali per i giardini con clima fresco. Per il trapianto occorre impiegare Cifo Terriccio specifico per piante acidofile, che contiene una miscela di torba acida di sfagno, torba nera, concime e argilla per ottenere una struttura ottimale ad elevata porosità, ritenzione idrica e areazione delle radici.

Oleandro: pianta straordinaria e ideale per le zone esposte al pieno sole, al vento e al caldo. Resiste bene alla siccità ma per migliorare il mantenimento di umidità nel suolo è consigliabile stendere, intorno al fusto, uno strato di Cifo Corteccia di pino marittimo, che riduce l’evaporazione e impedisce lo sviluppo di infestanti oltre ad essere coibentante per le radici, nei confronti del caldo e del freddo.


Buon anno dal Team Cifo!

A tutti, auguri per un 2019 nel segno della natura

Arriva il nuovo anno: il team Cifo vuole augurarvi serenità, gioia e salute. Le piante e la cura del verde in casa, in terrazzo, giardino, orto e frutteto familiare sono parte di un percorso quotidiano che ci aiuta a conservare e ritrovare serenità e vitalità: la natura ci regala bellezza e benessere.

In Cifo lo sappiamo bene, e da sempre cerchiamo le soluzioni migliori per curare le piante. Un percorso iniziato molti anni fa, con prodotti che oggi hanno una lunga storia, come Cifo Asso di Fiori, un grande classico: è in polvere solubile, ideale per tutte le piante, per nutrirle al meglio e prevenire le carenze più comuni.

Ma Cifo è anche innovazione. In questi anni abbiamo dato spazio al biologico, con prodotti naturali al 100% come Cifo Propoli, a base di propoli di altissima purezza e qualità, ottenuta dal lavoro delle api nell’alveare. La sua innovativa formulazione, coadiuvata da olii vegetali, attiva le difese naturali delle piante nei confronti di insetti, funghi, batteri e virus e favorisce la rapida cicatrizzazione delle ferite causate da lesioni e potature.

Biologico e naturale è anche un altro innovativo prodotto: Cifo Bio Oro, l’originale biostimolante universale che induce nelle piante trattate un rigoglioso sviluppo, apporta sostanze fondamentali per la crescita delle piante e migliora le funzioni delle piante già dopo un’applicazione.

Queste sono solo alcune delle soluzioni che Cifo mette a disposizione di chi ama e rispetta la natura, e sceglie di pensare a un 2019 ricco di fiori e sapori da coltivare nel proprio spazio verde. È il modo migliore per combattere lo stress, ritrovare uno stretto legame con i ritmi naturali e riscoprire la bellezza naturale, vicino a noi. Buon anno a tutti!


Tre piante portafortuna per il nuovo anno in arrivo

Elleboro: chiamato anche “rosa di Natale” è una pianta della flora spontanea italiana, simbolo di rinascita e di speranza. Coltivatelo in balcone e in giardino dove fiorisce a lungo, concimandolo con i pratici Sassolini Cifo per piante fiorite che rilasciano il nutrimento nell’arco di lungo tempo, fino a tre mesi.

Alloro: bella pianta italiana, utilizzabile anche in cucina e simbolo di vittoria, di successo e di coraggio. Ottima in balcone, resiste al gelo. Innaffiate moderatamente e concimate con Cifo concime liquido piante verdi ogni 20 giorni circa.

Aloe: è simbolo di salute e di benessere, non c’è augurio migliore! Facilissima: va innaffiata davvero poco se è in casa in piena luce, somministrando Cifo concime liquido per piante grasse una volta al mese in inverno e ogni 15 giorni in estate, quando le irrigazioni saranno maggiori per frequenza e quantità se la pianta vive all’aperto al sole; resiste alla siccità ma, se viene irrigata, cresce rapidamente e forma molti “figli” da staccare per ottenere nuove piante.


La salute delle piante tropicali da interno

Anche per le piante da interno si può scegliere un metodo di cura naturale e biologico: è una scelta vincente sia per la salute delle piante che per l’ambiente. Cifo Olio di Lino – Stop Cocciniglie, per esempio, è il prodotto biologico consigliato per prevenire e combattere le cocciniglie che molto spesso infestano il verde in casa e all’aperto, attivando le difese naturali delle piante nei confronti degli insetti.

Se il problema è legato a parassiti come afidi e ragnetto rosso, molto comune su vari tipi di piante, viene in aiuto Cifo Sapone Molle – Stop Insetti , per attivare le difese naturali delle piante nei confronti dei parassiti, in particolare afidi e ragnetti; ha inoltre un effetto “pulente” naturale, per lavare le piante imbrattate da melata o fumaggini prodotte da insetti.

Cifo Propoli, 100% naturale e biologico, è un prodotto polivalente che previene funghi, batteri e virus. Favorisce la rapida cicatrizzazione delle ferite causate da lesioni e protegge le piante dall’eventuale formazione di muffe o ingresso di patogeni. Tutti e tre questi prodotti sono eccellenti anche per le piante destinate al consumo alimentare (ortaggi, frutti e aromatiche).


Le piante natalizie, simbolo di festa e di auguri

Consigli utili per mantenerle sane e belle

Affidiamo alle piante il compito importante di esprimere gioia, auguri e fortuna, scegliendo quelle che maggiormente sono oggi simbolo di festa. Alcune vengono da lontano, come la stella di Natale, di origine messicana; altre, come abete, agrifoglio, vischio e pungitopo, sono specie italiane, presenti nella flora spontanea del nostro Paese.

Per conservare la bellezza della stella di Natale occorre un luogo fresco e molto luminoso, lontano da fonti di calore. Le nebulizzazioni quotidiane di acqua sul fogliame aiutano a conservare un’elevata umidità. La pianta ha bisogno di avere il substrato sempre leggermente umido, non fradicio a lungo; ogni 8-10 giorni è bene concimare con Cifo concime liquido universale.

Per nutrire le piante natalizie, da fiore o da fogliame, potete scegliere anche una soluzione che semplifica le cure: Cifo Fertistilla, nutrimento bi-attivo pronto all’uso: basta inserire la fiala nel terriccio del vaso; gli elementi nutritivi e rinvigorenti si diffondono nel terreno gradualmente garantendo un’azione nutritiva per oltre 2 settimane.

Piante come agrifoglio, elleboro (rosa di Natale), ciclamino, azalea e ardisia, dalle belle bacche rosse, richiedono un ambiente molto fresco: l’ideale è una stanza non riscaldata per conservare a lungo la loro bellezza è utile Cifo Sinergon 2000, rigenerante per piante 100% naturale, che favorisce la crescita e una maggiore resistenza alle avversità.


Cifo e Cifagro a “Growtech Eurasia” 2018

CIFO assieme al proprio distributore locale CIFAGRO ha partecipato alla 18° edizione della fiera “Growtech Eurasia Fair”, che ha avuto luogo dal 28 Novembre 2018 al 1 Dicembre 2018 ad Antalya, Turchia.

Growtech Eurasia rappresenta una delle più importanti fiere internazionali nel settore dell’agricoltura d’avanguardia in Europa, Medio Oriente e Caucaso. La sua importanza nello scenario internazionale, è in costante aumento, anno dopo anno, grazie alla capacità di riunire i leader mondiali più importanti nel settore della Nutrizione e Protezione delle piante, Serre e tecnologie Agrarie, Sistemi di irrigazione, produzione di Sementi, Agricoltura Biologica.

CIFO ha partecipato assieme al partner e distributore locale CIFAGRO, artefice del successo dei prodotti CIFO nel mercato Turco.

CIFO è infatti presente nel mercato Turco con un’ampia gamma di specialità nutrizionali e biostimolanti, in grado di far fronte e dare risposte a tutte le sfide agronomiche presenti sul mercato locale.

 


Orchidee, regine dell’inverno

Gioielli tropicali da coltivare in casa

Un tempo le orchidee erano piante riservate a pochi eletti: costavano molto e richiedevano ambienti speciali come serre e verande. Oggi, grazie al progresso delle tecniche florovivaistiche, molti tipi di orchidee sono alla portata di tutti e, grazie alla loro resistenza, si coltivano facilmente in casa, dove portano il fascino dei loro fiori tropicali, incredibilmente belli.

Per le specie più facili (Phalaenopsis, Cymbidium, Dendrobium e altre) occorrono poche attenzioni: un ambiente molto luminoso, lontano da fonti di calore e da correnti d’aria, meglio se fresco (sui 18 °C) e con elevata umidità, che può essere creata anche grazie a frequenti nebulizzazioni sul fogliame o con l’impiego di un umidificatore ambientale.

Le irrigazioni devono essere tali da conservare il substrato sempre umido: l’ideale è utilizzare Cifo Aquastick, una pratica e comoda alternativa all’intervento di annaffiatura classico: è un gel idratante a base di acqua purissima a lento rilascio che viene liberato gradualmente nel terreno, dove rimane disponibile per 30 giorni circa. E’ indicato per tutte le orchidee e per le piante ornamentali in vaso da interno ed esterno.

Le orchidee vengono messe in vendita quando sono in fiore e occorre nutrirle regolarmente con

Cifo concime liquido per orchidee, specifico per ottenere fioriture prolungate se l’ambiente è idoneo.

Una volta terminata la fioritura vanno rinvasate utilizzando Cifo Terriccio specifico per orchidee – Linea Torfy, a base di corteccia di pino francese, fibra di cocco e torba bionda: offre un elevato grado di porosità e drenaggio, ottimale per la coltivazione di queste piante che necessitano di una perfetta areazione delle radici. Dopo un periodo di riposo di 6-8 settimane, si riprende a concimare: in condizioni ambientali idonee, orchidee come le Phalaenopsis rifioriscono facilmente.


L’orto in serra: consigli utili

Sotto protezione si ottengono ottimi raccolti invernali, ma occorre fare attenzione agli attacchi di parassiti e di malattie fungine o virali, che si propagano facilmente nell’ambiente chiuso, umido e poco aerato di serre e tunnel. Per prevenire il problema è indispensabile utilizzare regolarmente Cifo Propoli, che attiva le difese naturali proteggendo gli ortaggi dall’eventuale formazione di muffe o ingresso di patogeni. L’applicazione a scopo preventivo si fa con nebulizzazione sul fogliame ogni 15-20 giorni.

La crescita degli ortaggi va sostenuta con apporti di nutrimento specifico come Cifo concime granulare per piante da orto e da frutto, biologico e importante per sostenere lo sviluppo dell’apparato radicale e la fertilità del terreno, favorendo l’assorbimento degli elementi nutritivi da parte della pianta.

Per migliorare e accelerare lo sviluppo degli ortaggi, anche nelle prime delicate fasi di crescita, si utilizza Cifo Algatron, preparato biologico a base di alghe marine brune, utile anche perché intensifica le difese naturali a stress biologici (gelo, squilibri nutrizionali, ecc.) e fisiologici, favorendo l’accrescimento e la maturazione di frutta e ortaggi.


Verde in casa in poco spazio

Piccole piante per grandi soddisfazioni

Lo spazio non è un limite per il piacere di coltivare in casa, a scuola, in ufficio e in altri luoghi di lavoro. Ci sono molte specie di piccola dimensione, resistenti e poco ingombranti, che rendono gli ambienti indoor più belli e più vivi e che contribuiscono anche a migliorare l’aria, depurandola da fattori inquinanti. La scelta deve essere legata anche alla quantità di luce a disposizione, evitando di collocare le piante, di qualsiasi tipo, vicino a fonti di calore o al rischio di correnti d’aria fredda.

Pothos, dracena, clorofito, alcuni tipi di ficus, palmette nane e bromeliacee (guzmania, vriesia, tillandsia…) sono specie molto resistenti, disponibili anche in versioni “miniaturizzate”. Fittonia, ficus pumila, pilea, peperomia e piccole felci possono crescere persino in bocce di vetro. Ottimi anche i mini-cactus e succulente come aloe, sansevieria, schlumbergera (cactus di Natale), in posizioni con molta luce. Per avere fiori si possono scegliere piante facili come spatifillo, l’anturio e la violetta africana.

Per un buon risultato è bene rinvasare utilizzando Cifo Terriccio universale riserva d’acqua – Premivit, di alta qualità e con l’innovativo Water Reserve, ritentore idrico di origine naturale, in grado di trattenere l’acqua e renderla disponibile alle piante gradualmente. Le irrigazioni possono essere ridotte e in caso di stress idrico le piante risulteranno più robuste. Sempre per semplificare le cure, la nutrizione può avvenire con l’impiego dei pratici Sassolini Cifo per piante verdi, concime in compresse che rilascia i fattori nutritivi per un lungo periodo, fino a tre mesi. Le piante vanno mantenute libere dalla polvere sul fogliame; per un’azione pulente su specie a foglia coriacea, come i ficus e le dracene, si utilizza Cifo Ecomirax, ecologico, senza gas e ad elevato potere lucidante: ridona alle foglie tutta la loro naturale lucentezza e vigoria, senza lasciarvi in superficie alcun velo untuoso o impermeabile all’aria.


Cos’è il concime a lenta cessione e a cosa serve

In autunno il prato, le piante dl giardino e nei grandi vasi in terrazzo entrano in una fase di riposo. È questo il momento per fornire un concime a lenta cessione, che rilascia gradualmente il suo potere nutritivo e contribuisce a migliorare la fertilità del suolo senza sovralimentare le piante, evitando situazioni di stress.

L’impiego di Cifo Slow – Concime a lenta cessione per prato e giardino va fatto almeno due volte all’anno, in autunno e in primavera, sia sul manto erboso che su piante, arbusti, siepi e per piante in vaso (cespugli, sempreverdi…). per assicurare alle piante una disponibilità costante ed equilibrata di elementi nutritivi, per un periodo di circa 3-4 mesi.

Per esigenze più specifiche si utilizzano prodotti mirati come Cifo per piante verdi – Concime a lenta cessione e Cifo per piante fiorite – Concime a lenta cessione, in granuli ricoperti da una speciale membrana porosa (MCT™) che rilascia gli elementi nutritivi in maniera costante e graduale.

Un prodotto che, per il suo effetto a lungo termine, è affine ai concimi a lenta cessione, è Cifo Biotron S, consentito in agricoltura biologica e ideale nell’orto: aumenta la fertilità del terreno e favorisce lo sviluppo delle radici, ideale anche per i trapianti di alberi e cespugli.


Piante d’appartamento: tre problemi e tre soluzioni

Le piante da interno possono andare soggette a malattie fungine che favoriscono la formazione di ingiallimenti fogliari e chiazze di secco e a infezioni da virus che indeboliscono la vegetazione. Occorre prevenire queste situazioni con il regolare impiego di Cifo Propoli, che attiva le difese naturali proteggendo le piante dall’eventuale formazione di muffe o ingresso di patogeni. L’applicazione a scopo preventivo si fa con nebulizzazione sul fogliame ogni 15-20 giorni.

La presenza di parassiti può causare l’annerimento del fogliame a causa della fumaggine, una malattia fungina che si forma sulla melata rilasciata dagli insetti. Per ostacolare la presenza dei parassiti e ottenere un efficace effetto pulente si utilizza Cifo Sapone Molle – Stop Insetti, ottimo per prevenire e bloccare afidi, ragnetti e altri insetti e riportare il fogliame alla sua bellezza.

Molte piante d’appartamento e da fiore, tra cui le azalee e le gardenie, sono particolarmente sensibili alla clorosi, fenomeno legato all’utilizzo di acqua troppo calcarea (“dura”). La clorosi provoca foglie pallide e debolezza; va prevenuta e combattuta con Cifo S5 Radicale, che ha spiccata rapidità d’azione grazie alla presenza di Ferro in forma chelata; assicura un immediato e duraturo effetto rinverdente, conferendo alle foglie la naturale colorazione e brillantezza. Basta sciogliere il contenuto della bustina in acqua, innaffiando con questa soluzione ogni 15-20 giorni. Utile anche per felci e piante da esterno come camelie e ortensie.


Agrumi, un piacere per la stagione invernale

Bellezza e sapore da coltivare al riparo dal gelo

Gli agrumi, i “frutti d’oro” dell’inverno, offrono un’infinità di specie e varietà. Da sempre la medicina popolare ne sfrutta la capacità disinfettante e battericida, oggi ampiamente dimostrata dalla ricerca scientifica. Tutti gli agrumi sono ricchi di vitamina C, o acido ascorbico: basta un’arancia a soddisfare il fabbisogno giornaliero di questa vitamina. Limoni, aranci, cedri, kumquat e molti altri tipi di agrumi, anche insoliti e rari, crescono bene in vaso, se in inverno possono vivere in un luogo protetto dal gelo (veranda, serra o altro ambiente molto luminoso e fresco).

Per ottenere il meglio dagli agrumi è importante trapiantarli dopo l’acquisto in un contenitore profondo, con uno strato di Cifo Argilla espansa – Linea Torfy, per garantire il drenaggio ed evitare il rischio di ristagno idrico a livello radicale. Il substrato consigliato è Cifo Terriccio specifico per agrumi – Linea Torfy, consentito in agricoltura biologica. Il substrato è ottenuto dalla miscela di torbe ben strutturate (torba bionda baltica, torba nera) con argilla, per garantire il giusto livello di umidità e areazione e prevenire il ristagno idrico. Il concime contenuto favorisce un pronto sviluppo delle radici e una rapida formazione dei germogli.

Per la nutrizione, una scelta pratica e ottimale è offerta da Cifo Concime idrosolubile per agrumi da frutto e ornamentali: favorisce la crescita, aumenta la fioritura e la produzione di frutti sani, colorati e saporiti. Inoltre ha il vantaggio di poter essere somministrato sia con nebulizzazione sul fogliame che sul terreno, con l’innaffiatoio, ripetendo l’applicazione ogni 10-15 giorni.

Poiché gli agrumi sono particolarmente sensibili agli attacchi di cocciniglia, è importante sorvegliare con cura le piante per intervenire subito ai primi segnali di infestazione, o ancora meglio prevenirla: a questo scopo si utilizza Cifo Olio di Lino – Stop Cocciniglie, formulato completamente naturale e biologico, in grado di attivare le difese naturali delle piante nei confronti degli insetti, in particolare delle cocciniglie. Ottimo per tutte le piante, anche da orto e da frutto.


Tre consigli per l’orto autunnale

Le piante sotto tunnel, sia basso che alto, vanno protette e rinforzare contro le malattie fungine: l’uso regolare di Propoli Cifo: la sua innovativa formulazione, naturale al 100% e coadiuvata da olii vegetali, attiva le difese naturali delle piante nei confronti di insetti, funghi, batteri e virus che facilmente possono propagarsi nell’ambiente chiuso della serra.

Le parcelle dell’orto rimaste vuote vanno zappettate e ripulite con cura da tutti i detriti vegetali e concimate con Cifo Biotron S, un prodotto naturale costituito da Leonardite: aumenta la fertilità del terreno, che sarà pronto per accogliere i nuovi ortaggi a fine inverno. Le parcelle vuote vanno coperte con un telo di non-tessuto tenuto fermo da sassi o mattoni.

Controllate spesso le piante ortive autunnali per effettuare le operazioni necessarie, come la rincalzatura al piede e la legatura del fogliame, che consente di mantenere sodo e croccante il cuore di lattughe invernali e radicchi. La concimazione va eseguita ogni 15-20 giorni con Cifo Concime granulare per piante da orto e da frutto: è biologico e perfetto quindi per portare in tavola ortaggi sani e genuini.


Bellezze per l’inverno in terrazzo e in giardino

Foglie e fiori per gli ambienti indoor in autunno

Non abbandonate terrazzo e giardino al grigio dell’inverno: ci sono piante che riescono a portare bellezza e colore anche nel periodo invernale, senza chiedere quasi nulla. Alcune sono stagionali e concludono il loro ciclo vitale a fine inverno; altre possono restare e vivere anche per anni vicino a noi, belle, durevoli e resistenti al freddo e al caldo.

Per ottenere scene interessanti e ricche di fascino si possono utilizzare viole del pensiero, cavoli ornamentali, ellebori, piccole bulbose come crochi e giacinti, sempreverdi come edera e mini-conifere. Preziose anche le piante da bacca, come la pernettya e l’ardisia: sono piccoli arbusti di facile reperimento in questo periodo nei garden center, ricchi di belle bacche rosa o rosse. E non potrà mancare l’agrifoglio, pianta italiana ricca di simboli, utilizzata come segno di auguri natalizi ma bella in qualsiasi momento dell’anno; esiste anche con foglie variegate.

Per tutte le piante da esterno è bene effettuare il trapianto dopo l’acquisto, utilizzando Cifo Terriccio universale rinvigorente – Premivit, che aiuta a prevenire e combattere i sintomi di stress e deperimento anche legati a cause ambientali. Sempre per rinforzare le piante contro le avversità invernali è consigliabile l’impiego di Cifo Sinergon 2000, concime organico liquido indicato per piante soggette a stress di tipo ambientale e fisiologico.

Per migliorare la protezione dal freddo delle radici è bene spargere al piede delle piante uno strato di Cifo Corteccia di pino marittimo, che al ruolo decorativo aggiunge un’azione termo-isolante: in inverno protegge le radici dal gelo, in estate dal sole diretto, e impedisce lo sviluppo di malerbe.


Stop agli insetti domestici

L’autunno non ferma le infestazioni di insetti, purtroppo in forte crescita anche a causa dei cambiamenti climatici: gli inverni miti favoriscono la moltiplicazione di molti insetti fastidiosi, come gli scarafaggi, la cui presenza in casa, garage, cantina e giardino non è da collegarsi alla scarsa igiene o alla carenza di pulizie; si tratta di insetti molto tenaci e resistenti.

Per eliminarli è importante disporre a terra, in angoli protetti (sotto i mobili, vicino ai battiscopa ecc.) Cifo Esca Insetticida per il controllo degli scarafaggi – Nephorin, altamente attrattiva, sostituendo le esche ogni 15-20 giorni fino alla scomparsa degli insetti (che, purtroppo, possono essere molti, ecco perché è bene rinnovare le esche per qualche settimana).

Se si nota la presenza anche di formiche, che restano attive fino ai geli, e di ragni, in interni o esterni, viene in aiuto Cifo Insetticida contro scarafaggi, formiche e ragni – Nephorin, con getto spruzzatore utile anche per azioni localizzate, ha azione abbattente, snidante e residuale, va utilizzato su pareti, nelle fessure in genere, sui pavimenti, lungo gli stipiti delle porte e finestre, sui battiscopa dei pavimenti, in cantine, garage ecc.


Scegliere e piantare gli alberi da frutto

Un mini-frutteto generoso in giardino e in terrazzo

L’autunno è un buon momento per piantare gli alberi da frutto, acquistando gli esemplari nei vasi vivaistici o anche a radice nuda (ossia con le radici in un sacchetto con torba o segatura: in genere sono più economici). Per ottenere un buon risultato, ecco in sintesi alcuni suggerimenti utili.

La scelta deve tener conto non solo delle preferenze personali ma anche del clima e dello spazio a disposizione. Se la pianta deve crescere in vaso (grande e profondo, in ogni caso), occorre una varietà a sviluppo ridotto: in caso di dubbio, è bene chiedere informazioni nel punto vendita.

Nel piccolo frutteto domestico è importante optare per varietà autofertili: significa che si autofecondano, con l’aiuto degli insetti pronubi. In alternativa, per avere frutti occorre piantare almeno due varietà diverse della stessa specie, che fioriscano contemporaneamente, o accertarsi che esistano alberi della stessa specie nelle vicinanze (entro 300 m di distanza).

Al momento dell’impianto è utile stendere sul fondo uno strato di Cifo Biotron S, che rende più disponibili per le piante gli elementi nutritivi già presenti nel terreno e aumenta la capacità di assorbimento delle radici. Il substrato da usare, sia per riempire la buca d’impianto che per la coltivazione in vaso, è Cifo terriccio specifico per piante da frutto – Linea Torfy, ricordando che nei vasi è indispensabile, sul fondo, uno strato drenante di Cifo Argilla Espansa.

Dopo l’impianto si innaffia generosamente e si protegge la superficie del terreno, anche in vaso, con Cifo Corteccia di pino marittimo. Non sarà necessario concimare nei mesi freddi; a fine inverno, il risveglio vegetativo andrà aiutato con la specialità Cifo Top N, nutrimento biologico in microgranuli a cessione graduale. Poi, in primavera-estate, il nutrimento specifico Cifo concime idrosolubile per piante da frutto sarà di grande aiuto per ottenere sviluppo e abbondante fruttificazione, sia in piena terra che in vaso.


Cure autunnali per il manto erboso

L’autunno è un momento chiave per la semina di un nuovo manto erboso e per la manutenzione dei prati già esistenti. Il substrato Cifo terriccio specifico per prato – Linea Torfy viene in aiuto per garantire la germinazione e la corretta crescita anche in caso di trasemina (per rinvigorire un prato impoverito), grazie alla sua miscela di torbe a struttura molto fine (torba bionda di sfagno, torba nera) con sabbia silicea, per un ottimo drenaggio. Il prato va tenuto libero da foglie secche e detriti.

La nutrizione autunnale è fondamentale e va eseguita utilizzando Cifo concime granulare per prato; prima dei geli si somministra il nutrimento Cifo Slow, che grazie alla specifica formula “lento effetto” assicura una disponibilità costante ed equilibrata di elementi nutritivi, per un periodo di circa 3-4 mesi, preparando quindi il manto erboso al risveglio dopo il riposo invernale.

Attenzione al muschio, che soffoca le erbe ornamentali del prato. Va prevenuto con l’impiego di Cifo Mustop, concime a base di Ferro e microelementi, grazie al quale l’erba diviene più competitiva nei confronti del muschio e delle comuni muffe che danneggiano il prato in condizioni di elevata umidità.


La casa come un giardino

Foglie e fiori per gli ambienti indoor in autunno

Il verde in casa è importante per la qualità della vita quotidiana: rende la casa più viva e accogliente, aiuta a trovare relax e benessere, è educativo per i bambini e importantissimo per le persone anziane. E, non ultimo, depura l’aria: molte piante d’appartamento hanno un grande potenziale per combattere l’inquinamento in casa, ufficio e ambienti pubblici.

Per ottenere il meglio dalle piante tropicali da interno occorre scegliere quelle più adatte alle condizioni disponibili. Le più resistenti sono il pothos, i vari tipi di ficus, il clorofito e la dracena; ottimi anche spatifillo e anturio. Piante come croton, dieffenbachia, alocasia e afelandra, con bei fiori gialli, richiedono ambienti molto luminosi; felci, asparagina e aspidistra accettano anche luce non intensa purché l’ambiente sia molto fresco e umido. Tutte le bromeliacee, e in particolare la Guzmania, sono molto resistenti e poco esigenti. Per tutte le piante da interno è bene prevedere la concimazione ogni 10-12 giorni con Cifo concime liquido per piante verdi e, quando si rende necessario il trapianto, Cifo Terriccio universale rinvigorente – Premivit, che aiuta a prevenire e combattere i sintomi di stress e deperimento.

Chi ama i fiori può scegliere i ciclamini, da tenere in ambiente fresco, e le violette africane, poco esigenti e di lunga durata, da rinforzare ogni 15 giorni con la specialità Cifo Algatron, che intensifica le difese naturali a stress biologici e ambientali. Un caso particolare è quello delle orchidee: per queste piante tropicali dalla spettacolare fioritura, che può durare per settimane, occorrono prodotti specifici: Cifo concime liquido per orchidee, ogni 10-15 giorni, e Cifo terriccio specifico per orchidee – Linea Torfy, effettuando il rinvaso in un contenitore di poco più grande, quando la fioritura è terminata. Dopo una fase di riposo, se sono in ambienti molto luminosi, con temperatura costante, ben nutrite e con elevata umidità ambientale, le orchidee (soprattutto le Phalaenopsis) rifioriscono facilmente.


Cifo ad Agri Kiwi Expo

Dal 28 al 30 settembre, saremo presenti ad Agri kiwi Expo a Cisterna di Latina, l’appuntamento in forte crescita che da sei anni richiama centinaia di visitatori oltre ai più importanti operatori del settore a Cisterna di Latina.

All’interno del nostro stand, saranno in mostra tutti i prodotti più indicati alla concimazione di actinidia con un particolare focus su Calcisan Green, un formulato in grado di migliorare la consistenza e la conservazione dei frutti oltre a risolvere le problematiche legate alle fisiopatie dovute alla carenza di calcio e magnesio e che contribuisce a migliorare la conservabilità dei frutti, come la resistenza allo spacco e le manipolazioni post raccolta.

Proprio sul ruolo del calcio, a partire dalla concimazione post raccolta sarà focalizzato anche l’intervento di Francesco Acinapura, sales support di Cifo, che avrà luogo nella giornata di sabato nell’area convegnistica della fiera, e fornirà interessanti approfondimenti e utili consigli per ottimizzare i risultati sulle coltivazioni e ottenere frutti di più elevata qualità.


Autunno, balconi e terrazzi in fiore

La stagione autunnale è meravigliosa e riserva grandi piaceri a chi ama decorare balconi e giardini con i colori di stagione.

In questo video Cifo vi suggerisce le piante migliori e più durevoli per creare composizioni che portano allegria sotto i nostri occhi e non fanno rimpiangere l’estate, anzi aggiungono al nostro verde nuove suggestioni e invitano a creare decorazioni fiorite di grande impatto.

Scoprite qui le piante da utilizzare e come curarle per ottenere una lunga stagione di fascino.
Alcune, come eriche, ciclamini e le splendide camelie Sasanqua a fioritura autunnale, vanno trapiantate utilizzando Cifo Terriccio specifico per acidofile e nutrite con Cifo concime liquido per acidofile, ogni 8-10 giorni. Se possibile, vanno innaffiate con acqua non calcarea, l’ideale è l’acqua piovana. Le camelie autunnali richiedono un vaso profondo: se trovano le condizioni giuste, vivono per molti anni.

Altre, come gli aster e le coloratissime celosie, hanno bisogno di Cifo Terriccio specifico per gerani e piante fiorite e di Cifo Concime liquido per piante fiorite ogni 8-10 giorni, necessario per soddisfare le loro elevate esigenze nutritive.

Da sapere: dopo l’acquisto, fate attenzione alle condizioni ambientali: il sole settembrino può essere ancora quasi estivo. Meglio collocare le piante in ombra luminosa, trasferendole al sole quando le temperature diventano più fresche. I ciclamini sono particolarmente sensibili al caldo: vanno esposti al sole solamente da metà autunno in poi.
Tutte le piante fiorite autunnali resistono meglio se sono al riparo dalla pioggia; fanno eccezione le eriche e i cavoli ornamentali, che gradiscono la pioggia a condizione di non avere ristagno idrico nel terriccio.

 


Agrumi, bellezza e sapore a portata di mano

Piante perfette nel clima mediterraneo, gli agrumi ornamentali o commestibili resistono anche al Nord se ospitati in ambiente molto luminoso e fresco ma non gelido (12-15°C). Oltre al limone, si possono coltivare agrumi decorativi come il kumquat, il calamondino e il curioso cedro “mano di Buddha”. Tutte piante ottime anche come regalo, perché considerate simbolo di salute, fortuna e vitalità.

Dopo l’acquisto gli agrumi vanno subito rinvasati in un contenitore più ampio e profondo con Cifo Terriccio per agrumi – Linea Torfy, e concimati ogni 12-15 giorni con Cifo concime idrosolubile per agrumi da frutto e ornamentali, che può essere somministrato anche diluito in acqua con spruzzatura sul fogliame.

Sorvegliate con cura le piante di agrumi, facilmente soggette ad attacchi di cocciniglia. Per prevenire il problema è utile Cifo Olio di Lino: è un formulato completamente naturale, ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi di lino. L’utilizzo del prodotto è in grado di attivare le difese naturali delle piante nei confronti degli insetti, in particolare delle cocciniglie.


Organizzare le fioriture autunnali

Colore e bellezza in vasi, ciotole e cassette

La stagione autunnale può riservare grandi soddisfazioni in balconi e giardini grazie ad una buona scelta di piante che possono conservare bellezza e vigore fino ai geli e, in alcuni casi, per tutto l’inverno.

Tutte le piante stagionali autunnali hanno uno sviluppo radicale modesto e ciò consente di organizzare splendidi accostamenti in vasi, ciotole e cassette scegliendo ciclamini, eriche, aster, crisantemi a margherita, veronica dai fiorellini lilla, celosia dai ciuffi piumosi e gli splendidi cavoli ornamentali, che non di rado superano l’inverno incuranti di brina e neve, lo stesso accade alle viole del pensiero, molto resistenti e durevoli.

I contenitori vanno preparati collocando sul fondo uno strato di Cifo Argilla espansa della linea Torfy, e riempiendo con un substrato idoneo: per ciclamini ed eriche è consigliabile Cifo Terriccio specifico per piante acidofile, per tutte le altre piante è ideale Cifo Terriccio specifico per gerani e piante fiorite della linea Torfy, arricchito con concime e argilla per assicurare nutrimento nelle fasi iniziali e buona permeabilità; dopo le prime 3-4 settimane si somministra Cifo Concime liquido piante fiorite ogni 10-12 giorni.

Piante da bacca e piccole piante sempreverdi. La composizione di gruppi misti in vaso può prevedere l’impiego di belle piante cariche di bacche, come il solanum e la pernettya, oppure i peperoncini ornamentali, splendidi per molte settimane fino ai geli. Per completare le composizioni si utilizzano piccole edere e conifere mignon come il cipressino GoldCrest che ha un gradevole aroma di limone. Per conservare a lungo la bellezza dei piccoli e grandi arbusti è bene spargere al piede del fusto uno strato di Cifo Corteccia di pino marittimo, che al ruolo decorativo aggiunge un’azione termo-isolante: in inverno protegge le radici dal gelo, in estate dal sole diretto, e impedisce lo sviluppo di malerbe.

Camelie autunnali. Arricchite la bellezza del balcone o giardino con le camelie Sasanqua, che fioriscono in autunno con larghe corolle delicatamente profumate e non temono il freddo. Dopo l’acquisto vanno rinvasate con Cifo Terriccio specifico per piante acidofile, e concimate con Cifo Concime liquido piante acidofile ogni 10-12 giorni: è studiato appositamente per soddisfare le esigenze nutritive di piante acidofile quali camelie sia autunnali che primaverili, azalee, rododendri, gardenie, indicato anche per le eriche e le veroniche.


Peperoncini, protagonisti del momento

Se non li avete coltivati in estate, fatelo ora: le piante di peperoncino si trovano in vendita in questo periodo, splendide e ricche di frutti che possono essere decorativi o commestibili (nel dubbio, chiedete informazioni nel punto vendita). La differenza fra le due tipologie non dipende dal livello di piccantezza ma dalle modalità di coltivazione e dai prodotti di cura impiegati.

Per prolungare al massimo la bellezza dei peperoncini, dopo l’acquisto rinvasateli in un contenitore più profondo, anche con altre piante autunnali se volete ottenere composizioni decorative. Utilizzate il substrato Cifo Premivit Terriccio Rinvigorente, arricchito con concime Top N e in grado di attivare un maggiore sviluppo delle radici, donando vigore. Il terriccio va tenuto sempre leggermente umido ma non fradicio.

Per ottenere peperoncini commestibili di alta qualità, concimate con Cifo Concime liquido ortaggi alternato, ogni 8-10 giorni, con la specialità Cifo Bio Oro, biostimolante per piante particolarmente utile per i peperoncini che hanno elevato fabbisogno nutritivo; se ben curati e in posizione soleggiata, i vostri peperoncini rimangono belli e generosi fino all’arrivo dei geli.


Fine estate: rinvigorire e rinnovare il verde

Un aiuto per le piante dopo il gran caldo estivo

Le lunghe settimane d’estate di caldo bollente hanno messo alla prova le piante: anche se erano irrigate correttamente, le temperature molto elevate creano stress in molte specie ornamentali. Per rinnovare l’energia e conservare bellezza in terrazzo e giardino, ecco alcuni consigli utili.

Fioriture stagionali in vasi e cassette. Grattare delicatamente la superficie del terriccio per smuovere la crosta superficiale, pulire la chioma eliminando fiori e foglie appassite, innaffiare a fondo e rinvigorire utilizzando la specialità Cifo Algatron, che intensifica le difese naturali a stress biologici e fisiologici e favorisce l’accrescimento e la produzione di fiori. Nel frattempo è bene preparare nuove ciotole e cassette con nuove piante autunnali, come celosie e aster, utilizzando Cifo Terriccio specifico per gerani e piante fiorite, della Linea Torfy.

Arbusti in vaso. È bene rinvasare quelli che ne hanno necessità, oppure asportare lo strato superficiale e rinnovarlo; in entrambi i casi si utilizza Cifo Terriccio Universale della linea Torfy. La somministrazione di Cifo Concime granulare piante verdi, da spargere su substrato precedentemente inumidito intorno al fusto di cespugli, siepi e alberi, fornirà nuova energia.

Ortensie, azalee e camelie in vaso e in giardino. Le prime sono ormai sfiorite, ma il fogliame va mantenuto vitale; azalee e camelie, anche se sembrano “ferme”, stanno già preparando le fioriture invernali e primaverili. Per tutte queste piante occorre ora una somministrazione del rinverdente Cifo S5 Radicale, chelato di ferro che previene e combatte l’ingiallimento dovuto alla clorosi. Dopo una decina di giorni, concimate con Cifo Concime granulare ortensie, che fornisce un effetto fertilizzante immediato e prolungato nel tempo ed è utile anche per rododendri, skimmia, aceri giapponesi e altre acidofile.

Manto erboso. Innaffiature e tosature regolari (eventualmente con il passaggio dell’arieggiatore), unitamente all’impiego di Cifo Mustop, concime a base di ferro e microelementi con azione antimuschio, manterranno l’erba morbida, compatta e vigorosa fino all’arrivo dell’inverno.


10 aromatiche amate dai grandi chef

Sapore, profumo, bellezza, virtù per la salute: le aromatiche non possono mancare in balcone e giardino e sono consigliate anche a chi ha poca esperienza, perché sono facili e durevoli e si accontentano di cure poco impegnative. Tutti i grandi chef fanno uso delle erbe aromatiche per dare un accento speciale ai loro piatti, e coltivandole in balcone e giardino c’è anche il non trascurabile aspetto decorativo a cui si unisce la dote del profumo fragrante e fresco del fogliame.

Tutti conoscono basilico, salvia e rosmarino, ma in questo video Cifo vi suggerisce piante aromatiche e officinali strane e curiose, meno conosciute ma molto ricche di proprietà utili in cucina e per il benessere.

Di alcune si possono mangiare anche i fiori: quelli blu della borragine si prestano a completare le insalate, le zuppe e le omelettes. Altre, come la melissa, sono d’aiuto per trovare relax e per calmare lo stress. Coriandolo e finocchietto aiutano a digerire e il timo, profumatissimo e appetitoso, è prezioso in cucina e per la salute. Per stupire e rendere i piatti ancora più attraenti si può utilizzare il basilico rosso, molto profumato; il sapore non è molto diverso da quello verde.

Scoprite in questo video le vostre nuove aromatiche e i metodi per coltivarle con successo in balcone o in giardino. Dopo l’acquisto è bene rinvasare utilizzando Cifo Terriccio specifico per aromatiche, nutrire ogni 7-10 giorni con Cifo Bio Oro Biostimolante e rinforzare le difese naturali con Propoli Cifo. Altrettanto importante è creare una barriera naturale contro i parassiti utilizzando Cifo Sapone Molle.

Da sapere: alcune aromatiche possono essere coltivate tutto l’anno. Prezzemolo, salvia, rosmarino, alloro e timo superano bene l’inverno se sono in ambiente protetto dal gelo (serra o altro locale molto luminoso e arioso). Il rosmarino e la salvia spesso riescono anche a vivere in piena terra, avendo cura di evitare le zone esposte al vento forte.

 


Come prolungare le fioriture estive

Ripulite con cura le piante asportando tutte le parti secche, smuovete delicatamente il terriccio crostoso e rigenerate la forza vegetativa con l’impiego della specialità Cifo Sinergon 2000, indicato per favorire la crescita di piante stentate e migliorare l’assorbimento degli elementi nutritivi.

Fornite una “botta di energia” alle piante come gerani, surfinie, lantane, plumbago, che possono fiorire fino a fine ottorbre: Cifo Eclat 15 contiene tutte le forme azotate per consentire una pronta assimilazione con un’azione nutritiva immediata e duratura, indispensabile in presenza di sintomi di sofferenza dovuti a fattori ambientali e nutritivi.

Le piante verdi da fogliame, i cespugli e le siepi possono essere sofferenti per il caldo. Innaffiate con generosità, lavate il fogliame con il getto delicato nelle ore del tramonto quando non batte il sole e fornite Cifo Asso di Fiori con nebulizzazione sul fogliame o con innaffiatura del suolo.


Orto autunnale? Pensiamoci ora

Anche in vaso e nei piccoli spazi, un bel raccolto prima dei geli

La stagione che va fino ai geli invernali è ancora generosa di ortaggi: bastano pochi accorgimenti per ottenere un buon raccolto in vasi, cassette e ciotole o in piccoli orti. La prima regola è piantare in un buon terriccio: prima ancora di acquistare le piantine è bene lavare i vasi eliminando tutta la terra vecchia, stendere uno strato di Cifo Argilla espansa – Linea Torfy (per il drenaggio) e colmare i contenitori con Cifo Terriccio specifico per ortaggi, già arricchito con una concimazione bilanciata; è perfetto anche per migliorare il substrato nelle parcelle dell’orto classico in piena terra, incorporandolo al terreno sottostante con una leggera lavorazione.

Gli ortaggi autunnali (cavoli di ogni tipo, cavolfiori, lattughe, radicchi, carote, finocchi, bietole, rucola, ravanelli, sedano, spinaci…) si acquistano in piantine giovani: sono delicate, e richiedono quindi una specialità come Cifo Top N, innovativo concime in microgranuli, consentito in agricoltura biologica, appositamente studiato per nutrire le piante ornamentali e gli ortaggi nella delicata fase di post-semina/trapianto e ripresa vegetativa; è ottimo anche per le piante da frutto e i tappeti erbosi. Importante: il sole d’agosto e settembre può essere troppo forte, va filtrato con una rete ombreggiante finché le piantine non si sono irrobustite. Se sono in vaso, collocate il contenitore all’ombra e spostatelo al sole con gradualità.

Man mano che gli ortaggi crescono, aumenta anche il fabbisogno nutritivo. Per una scelta naturale c’è Cifo Bio Oro, biostimolante universale, che induce un rigoglioso sviluppo e migliora le funzioni vegetative già dopo un’applicazione. Promuove la fioritura, favorisce la formazione dei frutti, migliora l’accrescimento e la maturazione degli ortaggi e dei frutti coltivati nell’orto. Tra qualche settimana, con l’abbassarsi delle temperature, gli ortaggi andranno protetti con i minitunnel in kit grazie ai quali si ottengono un raccolto anche in inverno.

Per chi ha poco spazio, una scelta facile è quella di coltivare lattughe e radicchi da taglio in ciotole e cassette, che con l’arrivo dei freddi possono essere trasferite in una mini-serra da balcone; crescono molto rapidamente con l’aiuto di Cifo Concime Liquido per piante da orto e da frutto, ogni 8-10 giorni. Una scelta perfetta anche per il mini-orto dei bambini a casa o a scuola: il concime è biologico e naturale al 100%.


Stop a cimici e insetti fastidiosi

In questo periodo purtroppo sono numerosi gli insetti molesti e a volte anche pericolosi: vanno tenuti sotto controllo con prodotti mirati.

Nephorin Insetticida Cimici e altri insetti è un insetticida per ambienti domestici pronto all’uso che agisce per contatto e ingestione, con forte azione abbattente residuale, contro un vasto numero di insetti e in particolare contro cimici, vespe, forbicine e pesciolini d’argento.

Contro mosche, zanzare e insetti volanti viene in aiuto Nephorin Insetticida mosche e zanzare; per un’azione efficace all’aperto conviene scegliere Cifo Insetticida concentrato – Ciperwall, utile contro tafani e mosche, zanzare, flebotomi (pappataci), blatte e scarafaggi, zecche, pulci ecc.

Nephorin Esca Insetticida scarafaggi è la soluzione perfetta in casa, cucina, cantina e tutti gli altri ambienti domestici. L’insetticida è comodo e semplice da usare, basta posizionare l’esca negli ambienti dove si sono avvistati gli scarafaggi o dove si vuole prevenire la loro presenza. Dopo pochi giorni viene eradicata l’intera colonia!


I buoni frutti di fine estate

Un aiuto per un raccolto generoso, genuino e saporito

Il periodo che va da agosto a settembre è il più generoso di frutti: il caldo dell’estate porta a maturazione pesche, prugne, mele, pere, fichi, uva da tavola e da vino, piccoli frutti (more, lamponi…); successivamente arriveranno i frutti autunnali come nashi, melograni, kaki, kiwi, noci e nocciole. Un vero tesoro di sapore e salute che va protetto.

La corretta maturazione dei frutti dipende dalle condizioni ambientali e del terreno, che deve restare fertile; l’impoverimento del suolo è un rischio molto alto per gli alberi da frutto in vaso per i quali occorre Cifo concime liquido BIO per piante da orto e da frutto, facile da dosare, mentre per le piante in piena terra è utile Cifo concime idrosolubile per piante da frutto; entrambi i prodotti sono utilizzabili durante l’intero ciclo vegetativo della pianta, fino alla maturazione/raccolta. Il concime idrosolubile può essere somministrato sia irrigando il terreno che con nebulizzazione fogliare ed è ideale anche per nocciolo, noce, vite e agrumi, ogni 8-15 giorni.

Chi ha poche piante da frutto in giardino o terrazzo con altre piante ornamentali può scegliere un prodotto universale come la specialità Cifo Asso di Fiori, ideale per nutrire in modo completo tutte le piante del balcone, giardino e orto. Previene le carenze nutritive più comuni come ingiallimenti, scarsa produzione di fiori e frutti e sviluppo ritardato.

Per proteggere il raccolto di frutti (e anche di ortaggi) di fine estate e autunno è importante rinforzare le difese naturali delle piante nei confronti di insetti, funghi, batteri e virus con l’impiego di Cifo Propoli, che favorisce anche la rapida cicatrizzazione delle ferite causate da lesioni. Le piante da frutto e da orto vanno conservate vigorose e sane con Cifoblok, prodotto naturale di nuova concezione, contenente estratti vegetali (Echinacea, Tormentilla, Aloe) e sali minerali; stimola la biosintesi di sostanze che fortificano i tessuti della pianta rendendoli più resistenti ed inibendo lo sviluppo di patogeni (peronospora e oidio).

Ben nutrite e ben protette, le vostre piante vi regaleranno un raccolto generoso, genuino e saporito.


Tre consigli per un orto generoso

Innaffiate con attenzione, senza bagnare il fogliame per evitare lo sviluppo e diffusione di malattie fungine; irrobustite gli ortaggi utilizzando un prodotto del tutto naturale, Cifoblock, che attiva le difese naturali e fortifica tessuti delle piante rendendoli più resistenti ed inibendo lo sviluppo di patogeni come oidio e peronospora.

Controllate lo sviluppo delle piante praticamente ogni giorno, togliendo i getti laterali ai pomodori (sfemminellatura), cimando melanzane e peperoni per ottenere più frutti e legando i tralci degli ortaggi rampicanti. Se qualche ortaggio dà segni di debolezza intervenite subito con la specialità Cifo Bio Oro, biostimolante che apporta sostanze fondamentali per la crescita delle piante e migliora le funzioni vegetative già dopo un’applicazione

Proteggete il terreno dalle infestanti con pacciamature (telo, corteccia, paglia…) per eliminare le infestanti, ridurre la dispersione di umidità e mantenere gli ortaggi puliti; concimate con regolarità utilizzando Cifo concime per ortaggi in formulazione granulare oppure liquida, molto pratica per chi ha scelto di fare l’orto in vaso e nei piccoli spazi.


Grasse superstar: dry garden in giardino e terrazzo

Una scelta di stile per risparmiare acqua e avere bellezza

Ridurre i consumi idrici è sempre consigliabile, e a volte è proprio indispensabile: sia per risparmiare che per evitare gli sprechi, e anche per fare meno fatica a innaffiare. Il dry garden è la soluzione: cool e trendy, affascinante ed elegantissima. Il dry garden è un giardino o terrazzo “asciutto”, che chiede pochissima acqua, decorato con cactus e piante succulente in vaso.

I cactus, le aloe e le agavi saranno coltivati in vaso e trasportati in serra; alcune succulente, come i semprevivi e certi tipi di sedum, tollerano anche il gelo padano. Per ottenere il meglio da cactus e succulente occorre utilizzare Cifo Terriccio specifico per piante grasse e, al momento del trapianto, stendere sul fondo del contenitore uno strato drenante (Cifo Argilla espansa). Da aprile a ottobre occorre concimare ogni 7-10 giorni con Cifo Concime liquido per piante grasse, e innaffiare quando il terriccio si è asciugato: in estate al pieno sole ciò può avvenire anche tutti i giorni, soprattutto se il vaso è piccolo.

Alcune succulente, come la portulaca dalla lunghissima fioritura e i vari tipi di mesembriantemo con fiorellini coloratissimi a forma di margherita, si coltivano come piante stagionali, rinnovandole ogni anno a primavera e concimando con Cifo concime liquido per piante fiorite che migliora la quantità e dimensione dei fiori.

Attenzione a malattie e parassiti, come la temibile cocciniglia: prevenite le infestazioni con periodici trattamenti a base di Cifo Olio di Lino – Stop cocciniglie, che irrobustisce le piante attivando le difese naturali contro gli insetti.


Proteggere le piante da piccoli nemici dannosi

Spesso le piante manifestano sofferenza per cause che non sono evidenti; occorre osservare con attenzione i fusti e le foglie, anche nella pagina inferiore, per individuare insetti come cocciniglie e acari (ragnetto rosso), praticamente invisibili, la cui presenza causa ingiallimento. Le foglie bucherellate con erosioni lungo il bordo sono danneggiate da insetti del terreno (grillotalpa, forbicine e altri) o da minuscole larve di lepidotteri. A volte, invece, si tratta di malattie fungine causate da spore che si installano sul fogliame.

Come evitare e risolvere questi problemi? La prima cosa da fare è rinforzare la vegetazione utilizzando Cifo Olio di lino – Stop Cocciniglie, biologico e naturale, in grado di attivare le difese naturali delle piante nei confronti degli insetti, in particolare delle cocciniglie, acari e uova di insetti. Per rendere le piante più resistenti nei confronti di afidi e altri insetti, e ripulire il fogliame, viene in aiuto Cifo Sapone Molle; contro le malattie fungine occorre invece rinforzare la vegetazione impiegando Cifoblok, che inibisce lo sviluppo di patogeni come quelli che provocano oidio e peronospora. Per tutte le piante, poi, è importante l’uso regolare di Cifo Propoli: attiva le difese naturali delle piante nei confronti di insetti, funghi, batteri e virus. Favorisce la rapida cicatrizzazione delle ferite causate da lesioni, innesti e/o potature, proteggendo le piante dall’eventuale formazione di muffe o ingresso di patogeni.

Tutti questi prodotti sono utilizzabili e consigliati sia per le piante da orto, da frutto e aromatiche che per le ornamentali di ogni tipo.


Il verde in casa e terrazzo prima delle vacanze

Le attenzioni per preparare le piante alla nostra assenza

La vacanza serve per liberarsi un po’ da fatiche e preoccupazioni. Occorre dunque organizzarsi bene anche per le piante di casa e terrazzo; le operazioni da fare sono semplici ma fondamentali per la salute del verde e per darci il piacere, rientrando a casa, di ritrovare le piante floride e belle.

Le piante in casa. Per ridurre la necessità di acqua è importante utilizzare, per i rinvasi, Cifo Terriccio Universale Riserva d’acqua, contiene l’innovativo Water Reserve, ritentore idrico di origine completamente naturale, in grado di trattenere l’acqua e renderla disponibile alle piante gradualmente. Per mantenere il substrato sempre correttamente umido con minimo dispendio di acqua viene in aiuto Cifo Aquastick, gel idratante a base di acqua purissima a lento rilascio che viene liberata gradualmente nel terreno, dove rimane disponibile per 30 giorni circa. Per quanto riguarda le concimazioni, una buona scelta è offerta da Cifo Sassolini per piante verdi, da somministrare ogni tre mesi. Per piante in piccoli vasi si può utilizzare la pratica fialetta di Cifo Fertistilla, che ha azione nutriente e rinvigorente; nelle piante in idrocoltura rinnovate il nutrimento apportando una o più bustine di Cifo Idrovigor, speciale per idrocoltura. Non dimenticate che le piante devono essere in piena luce ma non al sole, in ambiente arioso, possibilmente non troppo caldo e soffocante; al buio totale possono restare solo per 48 ore.

Le piante in terrazzo. L’impiego di Cifo Terriccio Universale Riserva d’acqua è fondamentale anche per ridurre gli sprechi idrici, così come l’utilizzo di Cifo Aquastick. Sul terriccio dei vasi grandi va steso uno strato di Cifo Corteccia, che protegge il suolo conservando a lungo l’umidità. Se possibile, raccogliete le piante in una zona ombreggiata. La resistenza delle piante in terrazzo con questi accorgimenti viene sensibilmente aumentata, ma è in relazione con la durata dell’assenza; in caso di assenze prolungate sopra i 10-15 giorni, dovrete prendere in considerazione l’impianto di irrigatori a goccia nei singoli vasi, attivati da una centralina, soprattutto se i vasi sono al pieno sole per molte ore.


Idee nuove per un’estate in fiore

Per avere vasi e cassette in piena fioritura anche quando arriva il gran caldo, è opportuno scegliere contenitori profondi e piante che non rallentano lo sviluppo in funzione delle temperature: per esempio la bellissima Plumbago o gelsomino del Capo, un’africana dai fiori azzurri fino a ottobre. Va coltivata nel substrato Cifo Terriccio per gerani e piante fiorite, adatto anche per altre specie che sostituiscono bene i classici gerani: lantana (in pieno sole), fucsia (per la mezz’ombra), oleandro (in vasi profondi) e salvia da fiore, che spesso è ancora splendida a inizio autunno, con spettacolari pannocchie di fiorellini rosso fuoco.

La concimazione delle specie a fioritura estiva va eseguita ogni 8-10 giorni con Cifo concime liquido per piante fiorite: contiene microelementi essenziali in forma chelata che ne migliorano l’azione nutritiva ed evitano la comparsa di ingiallimenti fogliari.

Alcune specie da fiore, come tutti i tipi di petunie, surfinie, Million Bells e simili, richiedono un supplemento di energia per la loro instancabile produzione di boccioli: viene in aiuto la specialità Cifo Bio Oro, biostimolante universale che apporta sostanze fondamentali per la crescita delle piante e migliora le funzioni delle piante già dopo un’applicazione, riducendo i danni da stress di origine climatica (caldo afoso, siccità, temporali…). Ottimo per tutte le piante ornamentali e da orto.


Via le malerbe da prato e pavimentazioni

Lotta alle infestanti con i metodi più efficaci

Il caldo non frena le infestanti, che anzi trovano maggiore spazio nel manto erboso quando, con il caldo, si indebolisce e rallenta la sua crescita. Lo sviluppo delle malerbe è favorito da una manutenzione trascurata (innaffiature scarse, tosature sporadiche, concimazioni inadeguate per quantità e periodo). Ma le infestanti riescono a trovare spazio anche nei prati perfettamente tenuti, e in quel caso non resta che eliminarle. L’estirpazione manuale è faticosa e spesso insufficiente: le porzioni di radici rimaste nel terreno portano a rigenerare rapidamente la pianta.

La soluzione migliore consiste nell’impiego di Cifo U 46 Giarden, diserbante specifico per infestanti a foglia larga (dicotiledoni), in grado di disseccare rapidamente molti tipi di malerbe (piantaggine, tarassaco, pratoline, romice, vilucchio, senape, coda di cavallo, edera, vitalba…). Il prodotto va somministrato localmente sulle malerbe già ben innaffiate in precedenza, per favorirne l’assorbimento e il rapido disseccamento. Dopo due-tre settimane è già possibile riseminare sulla stessa area.

Anche pavimentazioni, marciapiedi e superfici di piazzole e terrazzi possono diventare sede di sviluppo vegetativi indesiderati. Una soluzione ecologica e di facilissima applicazione è offerta da Cifo Aceto, prodotto naturale a base di aceto in grado di disseccare le piante indesiderate. L’alta percentuale di acido acetico contenuto favorisce una rapida azione del prodotto. L’utilizzo del formulato assicura un effetto “pulente” delle zone da trattare, in modo ecologico e naturale. Non possiede attività residuale e può quindi essere impiegato anche in giardini biologici e nelle vicinanze dell’orto, evitando il contatto del prodotto con le parti verdi di alberi, arbusti, piante ornamentali e orticole che non si vogliano eliminare). Ripetendo periodicamente ogni 10-15 giorni, le superfici rimarranno pulite e libere dalle erbacce.


Zanzare e altri insetti: prevenzione e lotta

Fastidiose e dannose: la zanzare non possono essere lasciate libere di disturbare la nostra vita all’aperto. Occorre prendere contromisure in grado di bloccare le infestazioni: Cifo Fenthrin è l’insetticida concentrato da utilizzare contro zanzare e altri insetti tra cui mosche, blatte, formiche, ecc. Si somministra in giardino e terrazzo su piante ornamentali, prati, siepi e tappeti erbosi.

Anche le vespe possono essere un problema e pare che siano in forte aumento. Cifo Vesphorin è il prodotto da utilizzare per neutralizzare i nidi: schiumogeno, copre velocemente il nido di vespe e calabroni, con un getto che arriva fino a 5 metri di distanza, operazione da compiere nelle ore di bassa attività degli insetti (mattino presto o dopo il tramonto).

Contro le mosche c’è una scelta bio che non disturba le api e altri insetti utili: Cifo Fly Trap, trappola con bio-esca a base di sostanze naturali: attirano all’interno della trappola le mosche che ne rimangono intrappolate.


Orto, giardino e terrazzo belli, sani e puliti

Balcone e giardino in sintonia con la natura

Con l’arrivo dell’estate le piante commestibili e ornamentali sono nel pieno del loro sviluppo. Occorre sostenere la crescita: un indebolimento in questa fase è pericoloso perché riduce la produzione di ortaggi, frutti e fiori e genera una rapida perdita di valori estetici.

Per prevenire le carenze nutritive all’origine di ingiallimenti, scarsa produzione di fiori, ortaggi e frutti, si utilizza Cifo Asso di Fiori, perfetto per tutte le piante dell’orto e ornamentali, anche in vaso; può essere utilizzato in tre modi diversi (disciolto nell’acqua per innaffiare, con nebulizzazione delle foglie oppure distribuendo i granuli sul terreno), rispondendo così, con un unico prodotto, a esigenze diverse.

A volte le piante da orto e ornamentali hanno bisogno di un aiuto speciale. Cifo Sinergon 2000 è un rigenerante che favorisce il recupero di piante debilitate e migliora l’assorbimento degli elementi nutritivi, generando una maggiore resistenza alle avversità. Per le piante che richiedono una grande energia vegetativa si impiega Cifo Bio Oro biostimolante universale, che induce nelle piante trattate un rigoglioso sviluppo già dopo un’applicazione. Facilita l’infoltimento dell’erba del prato e rigenera le piante colpite da stress climatici (grandine, squilibri idrici ecc.).

Con il caldo si fanno avanti anche i parassiti e le malattie. Bisogna rinforzare le difese naturali delle piante: per questo si utilizzano i prodotti della linea Cifo Barriera Naturale, perfetti per ortaggi e frutti e per tutte le piante ornamentali in giardino e terrazzo. Cifo Propoli attiva le difese naturali delle piante nei confronti di insetti, funghi, batteri e virus e favorisce la rapida cicatrizzazione delle ferite causate da lesioni, innesti e/o potature; Cifo Olio di lino attiva le difese naturali delle piante nei confronti degli insetti, in particolare delle cocciniglie; Cifo Sapone molle incrementa le resistenze naturali nei confronti degli insetti, in particolare afidi e ragnetti. Ha inoltre un effetto “pulente” naturale, per lavare le piante imbrattate da melata o fumaggini prodotte da insetti. Tutti questi prodotti non lasciano alcun residuo sulle piante destinate al consumo diretto (frutta, aromatiche e ortaggi), che cresceranno belle, sane e pulite.


Le carenze nutrizionali: cosa sono e come curarle

A volte le piante manifestano ingiallimenti e decolorazioni che possono essere erroneamente attribuite a parassiti o malattie quando si tratta invece di carenze nutrizionali di uno o più elementi; se sono protratte nel tempo, causano indebolimento, crescita rallentata e perdita di vigore.

Un caso tipico è la carenza di Ferro, frequente sulle piante acidofile (ortensie, azalee, camelie…) e su piante da frutto (pesco, melo, albicocco e altre): le foglie impallidiscono mostrando le venature in evidenza. Per prevenire o in presenza di clorosi, occorre somministrare subito Cifo S 5 Radicale, che contiene Ferro in forma chelata per assicurare un immediato e duraturo effetto rinverdente. Sempre per le ortensie viene in aiuto Cifo Allkrom, che intensifica la colorazione di tutte le ortensie azzurre, rosa e bianche; previene gli ingiallimenti e abbassa il pH del terreno portandolo a valori ideali per la crescita delle acidofile.

La carenza di Calcio può essere presente su piante ornamentali e da orto: si manifesta con un generale ingiallimento su tutta la superficie fogliare e successivo seccume. I frutti manifestano caratteristiche maculature e spacchi o zone annerite (tipico nei pomodori). Si previene e si cura con Cifo Calcio della Linea Integratori, molto utile anche per ottenere lattughe con foglie più sode e croccanti.


Fiori e ortaggi bio

Balcone e giardino in sintonia con la natura

Oggi il numero di appassionati che sceglie il bio è in grande crescita: una scelta importante per rispettare la natura, l’ambiente e la salute. Avere fiori e ortaggi biologici è molto facile. Tutto parte dalla buona terra: Cifo Terriccio specifico per ortaggi della linea Torfy è un substrato biologico che contiene una miscela di torba nera, torba bionda baltica e argilla. Chi desidera ottenere il meglio dalle piante da frutto dovrà scegliere Cifo Terriccio specifico per piante da frutto oppure Cifo Terriccio specifico per agrumi, formulati in modo mirato per queste coltivazioni.

La terra va mantenuta ricca e fertile: a questo scopo si utilizza Cifo Biotron S, prodotto naturale costituito da Leonardite, sostanza che aumenta la fertilità del suolo e rende più disponibili per le piante gli elementi nutritivi già presenti nel terreno. Per la nutrizione con metodi bio c’è anche Cifo Algatron, specialità naturale ottenuta da alghe marine brune: influenza positivamente la germinazione dei semi e lo sviluppo radicale. Inoltre intensifica le difese naturali agli stress biologici tra cui caldo e siccità, favorendo l’accrescimento e la maturazione di frutta e ortaggi.

Chi sceglie il bio ha bisogno anche di rinforzare le piante per ridurre i rischi di infestazioni e malattie: per questo è nata la linea Cifo Barriera Naturale, composta da prodotti che utilizzano componenti estratti da vegetali o ricavati da minerali per irrobustire e favorire la crescita delle piante stimolandone il sistema immunitario. Grazie a questa azione le piante trattate sono in grado di reagire con maggiore efficacia e velocità agli attacchi dei patogeni e degli organismi nocivi più comuni. Propoli, Olio di Lino, Sapone Molle e altre formulazioni naturali aiuteranno fiori e ortaggi a crescere rigogliosi, nel massimo rispetto dell’ambiente e con la soddisfazione di poter portare in tavola frutti e ortaggi naturali al 100%.


Aromatiche: tre consigli utili per ridurre le attenzioni al minimo

Riducete la necessità di irrigazioni, utilizzando vasi profondi e impiegando Cifo terriccio per piante aromatiche della Linea Torfy, biologico, ideale per tutte le aromatiche e officinali.

Riducete la sensibilità a malattie e parassiti con l’impiego regolare, su tutte le aromatiche, di Cifo Propoli, che favorisce la rapida cicatrizzazione delle ferite causate da lesioni, innesti e/o potature, proteggendo le piante dall’eventuale formazione di muffe o ingresso di patogeni; è un prodotto biologico perfetto per tutte le piante destinate all’uso alimentare.

Riducete la rapida evaporazione, la formazione di crosta sul terriccio e lo sviluppo di infestanti proteggendo la superficie del substrato, sia in piena terra che nei grandi vasi, con Cifo corteccia di pino marittimo, che ha anche un ruolo decorativo.


Siepi e cespugli belli e in salute

Le cure per conservare vigore anche in estate, ecco come si fa

Con l’arrivo del caldo, le piante entrano in una fase delicata: alcune sono particolarmente sensibili ai problemi derivati dalle alte temperature associate all’afa e alla scarsa ventilazione. Occorre quindi prendere contromisure per tempo, evitando o riducendo, per quanto possibile, lo stress vegetativo anche su piante arbustive (siepi, cespugli, arbusti in piena terra e in vaso, rampicanti…), per evitare indebolimenti, ingiallimenti fogliari e minore risposta agli attacchi di malattie e parassiti.

La nutrizione è importante ma deve essere correttamente somministrata e dosata, soprattutto nel periodo estivo. Mai esagerare con le dosi di concime (regola valida per qualsiasi tipo di concime): meglio poco che troppo, soprattutto in estate. Prima di concimare occorre assicurarsi che il terriccio sia già umido, in caso contrario si innaffia senza eccessi, solo per inumidire bene il substrato, sia in vaso che in giardino.

Per fornire gli elementi nutritivi di base si impiega Cifo per Piante verdi, concime granulare a lenta cessione: basta una sola somministrazione per nutrire fino a 4 mesi in modo continuo ed equilibrato. Le piante acidofile (ortensie, azalee, rododendri, camelie) richiedono invece Cifo per ortensie, concime granulare concepito espressamente per le specie che richiedono un substrato con pH acido, Cifo terriccio universale per acidofile della Linea Torfy, che si utilizza sia per i rinvasi che per i rabbocchi sulla superficie. Per tutti gli altri arbusti e piante in genere, non acidofile, il substrato consigliato è Cifo terriccio universale.

Con il caldo, le infestazioni di parassiti possono assumere dimensioni preoccupanti per la salute e l’estetica delle piante. Occorre rinforzare le difese naturali, operazione preventiva che consente di ridurre o eliminare i problemi. Si impiega Cifo Sapone Molle, formulato biologico, completamente naturale, per attivare le difese naturali delle piante nei confronti degli insetti, in particolare afidi e ragnetti, ha inoltre un effetto “pulente” naturale, per lavare le piante imbrattate da melata o fumaggini prodotte da insetti e non lascia alcun residuo sulle piante destinate al consumo alimentare (frutta, aromatiche e ortaggi).

Utilissimo anche Cifoblock: fortifica tessuti della pianta rendendoli più resistenti ed inibendo lo sviluppo di patogeni (oidio e peronospora) e ottimizzando la nutrizione rendendo la pianta più forte, verde e rigogliosa.

 


Formiche in casa e in giardino: fermiamole subito

Insetti sociali con un’organizzazione molto evoluta, le formiche sono in grado di penetrare praticamente ovunque. Occorre quindi prendere contromisure efficaci.

Negli ambienti interni si utilizza Cifo Nephorin Antiformiche, esca insetticida di pratico uso: le formiche, grazie alle sostanze altamente attrattive contenute nel prodotto, entrano in contatto con il gel e ne rimangono impregnate; segue la diffusione dell’insetticida in tutta la colonia che viene interamente eliminata nell’arco di 6-7 giorni. Nephorin formiche è stabile ed attivo per molte settimane dopo l’applicazione. Il prodotto non trasuda, non cola, non macchia e non si secca.

In presenza di infestazioni particolarmente intense e ripetute, segno che le colonie sono molto numerose nello spazio esterno, si utilizza Cifo Nephorin Insetticida Formiche e insetti striscianti in polvere bagnabile microgranulare, arricchito di sostanze attrattive a lunga persistenza. Dotato di ampio spettro d’azione, è utile anche per arginare le infestazioni di scarafaggi, pulci, ragni, pesciolini d’argento e altri insetti.


Risparmiare acqua: un dovere anche in terrazzo

Ridurre i consumi idrici è possibile, ecco come si fa

L’acqua è una risorsa da tutelare: ridurre al minimo i consumi anche nella vita domestica in giardino non è difficile e comporta un risparmio significativo di denaro oltre che, ancora più importante, un gesto di attenzione per l’ambiente. In terrazzo e in giardino le piante in vaso e in aiuola devono essere scelte fra quelle meno esigenti. Oleandri, plumbago, lantana, hemerocallis, lavanda e santolina sono solo alcune fra le tante piante splendide e fiorite fino all’autunno con irrigazioni moderate, anche grazie all’aiuto di Cifo Terriccio Universale Riserva d’Acqua – Premivit, caratterizzato dalla presenza dell’innovativo Water Reserve, ritentore idrico di origine completamente naturale, in grado di trattenere l’acqua e renderla disponibile alle piante gradualmente. Le irrigazioni possono essere ridotte e in caso di stress idrico le piante risulteranno più robuste; è idoneo per tutti i tipi di piante. Per una minore dispersione idrica e per evitare stress alle radici è inoltre importante bagnare quando non batte il sole sui vasi, meglio la mattina presto se possibile, oppure dopo il tramonto.

L’evaporazione di acqua dal suolo va rallentata creando sulla superficie, intorno ai fusti delle piante, uno strato di Cifo Corteccia di Pino Marittimo della linea Torfy: trattiene l’umidità a lungo, ha un’azione termoisolante contro il caldo e ostacola la crescita delle infestanti.

Per le piante in casa e in ufficio è importante conservare un ambiente umido: i vasi vanno posati in larghi sottovasi con uno strato di Cifo Argilla espansa immersa in un velo d’acqua. Per mantenere il substrato sempre correttamente umido con minimo dispendio di acqua viene in aiuto Cifo Aquastick, gel idratante a base di acqua purissima a lento rilascio che viene liberata gradualmente nel terreno, dove rimane disponibile per 30 giorni circa; è indicato per tutte le piante ornamentali in vaso da interno e in esterno, ottimo aiuto quando si va in vacanza, ricordando che le piante devono comunque essere in luce (al buio non possono essere lasciate per più di 48 ore).


Composizioni fiorite in vasi e ciotole: le cose da sapere

I vasi con buona profondità (minimo 30 cm, meglio anche di più) migliorano molto la resa estetica delle composizioni di piante da fiore, che crescono più vigorose; inoltre, il terriccio non si asciuga troppo rapidamente.

Sul fondo del vaso o ciotola va collocato un strato di Cifo Argilla espansa, per favorire il drenaggio dell’acqua. Il substrato Cifo Terriccio per gerani e piante fiorite è idoneo per tutte le fioriture primaverili ed estive, perché è fertile e permeabile.

Tutte le piante da fiore richiedono concime in questo periodo, scegliendo un prodotto specifico, per esempio Cifo Concime liquido per petunie e surfinie, arricchito con Ferro e microelementi, ottimo anche per fucsie, begonie e dipladenia. Le ortensie richiedono invece Cifo Concime Liquido per piante acidofile, ottimo anche per azalee e aceri giapponesi.

Il concime liquido va somministrato ogni 10-12 giorni, sempre su terriccio leggermente umido: mai concimare una pianta assetata e con terriccio disidratato.


Come avere rose sane e splendide

Lo sviluppo dei rosai, nel periodo primaverile-estivo è molto rapido; le piante sono in fiore consumano molta energia nutritiva. Occorre nutrire le rose con Cifo per rose, nutrimento granulare da spargere al piede delle piante, su terreno che deve presentarsi giù un po’ umido; i granuli vanno interrati superficialmente, facendo poi seguire una generosa irrigazione. La concimazione va ripetuta ogni 20-25 giorni. Per piccole rose in vasetto può essere più pratico un preparato come Cifo concime liquido per piante fiorite, da somministrare ogni 10-12 giorni.

Attenzione agli afidi (pidocchi) che si moltiplicano sotto le foglie, sui germogli e sui boccioli. Un aiuto prezioso viene da Cifo Stop Insetti – Sapone molle, che forma una barriera naturale attivando le difese naturali delle piante contro afidi, ragnetti e altri insetti; ha un effetto pulente naturale, eliminando la melata (sostanza appiccicosa rilasciata dagli insetti) ed evitando così lo sviluppo di fumaggine, che prospera sulle foglie coperte di melata. La protezione dei rosai va completata con l’impiego di Cifo Stop Insetti e malattie – Propoli, 100% naturale, che forma uno scudo protettivo rinforzando la vegetazione che reagisce meglio all’attacco di insetti, malattie fungine come la ticchiolatura (macchie nere), malattia fungina molto diffusa, e i batteri dannosi.

Se i rosai sono deboli e con foglie pallide viene utile Cifo Zolfo Flow, che favorisce il vigore e migliora la risposta delle piante nei confronti di malattie fungine tipiche del momento, come l’oidio (mal bianco) sul fogliame.


Tre consigli per un prato sano e folto

L’irrigazione deve essere dosata in funzione della natura del terreno e delle condizioni climatiche: non si devono formare pozzanghere. L’orario migliore per far assorbire bene l’acqua senza creare stress alle radici è la prima mattina, oppure la sera dopo il tramonto. Il taglio regolare favorisce l’infoltimento e riduce il rischio di presenza di infestanti.

Il nutrimento deve essere fornito su terreno già inumidito; Cifo Prato, concime minerale in formulazione granulare va sparso in modo omogeneo, ogni 20 giorni circa, in dose di 20 g per mq., facendo seguire un’abbondante irrigazione.

Il manto erboso consuma molto Azoto prelevandolo dal suolo attraverso le radici; la carenza di Azoto indebolisce le Graminacee, il prato perde vigore e colore. Occorre prevenire il problema con l’impiego periodico di Cifo Azoto della Linea Integratori, concime liquido da diluire in acqua (30 ml ogni 10 litri) innaffiando il manto erboso ogni 20 giorni circa. Il prodotto si presta anche alla nebulizzazione sul fogliame di prato e altre piante (arbusti, siepi, ecc.), operazione da fare preferibilmente al tramonto quando non batte il sole.


Orto bio in giardino e in vaso

Chi non ha ancora fatto l’esperienza della coltivazione di ortaggi nei piccoli spazi e in vaso potrebbe pensare che è una faccenda difficile… E invece è proprio il contrario: pomodori, lattughe e tanti altri ortaggi sono persino più facili e soddisfacenti dei fiori, e l’effetto estetico è altrettanto pregevole. Ma la vera soddisfazione è raccogliere e portare in tavola prodotti che abbiamo visto crescere e che abbiamo curato con metodi biologici.

In vaso (grande e soprattutto ben profondo, minimo 40 cm) è consigliabile utilizzare un substrato su misura, Cifo Terriccio per ortaggi della linea Torfy; nei vasi è bene stendere sul fondo, prima del terriccio, uno strato di Cifo Argilla Espansa. Se si utilizza un’area del giardino destinata a orto è importante migliorare la fertilità del suolo prima dei trapianti, impiegando la specialità Cifo Biotron S a base di Leonardite, che arricchisce la terra di humus.

Le piantine di ortaggi in vaschetta devono avere la zolla radicale leggermente umida (se è troppo asciutta va reidratata prima di piantare). Risultati eccellenti si ottengono con i pomodori ciliegia e datterino, lattughe da taglio e da cespo, bietole, sedani, fagiolini, piselli, peperoni e peperoncini, zucchine (anche rampicanti) e molti altri ortaggi e aromatiche. L’irrigazione deve essere molto regolare e mai eccessiva, evitando di bagnare il fogliame.

Per stimolare la crescita viene in aiuto la specialità Cifo Bio Oro, biostimolante che favorisce la formazione di germogli, fiori e frutti, da fornire una volta alla settimana. Per proteggere le piante dagli attacchi di malattie e parassiti è consigliabile scegliere la strada della prevenzione, utilizzando i prodotti della linea Cifo Barriera Naturale: Propoli, Cifoblock e Sapone Molle sono preparati ad azione corroborante, incrementano la resistenza agli stress di natura parassitaria, potenziano le difese naturali e non lasciano alcun residuo sulle piante, per portare in tavola un raccolto genuino e naturale al 100%.


Un ottimo MACFRUT per il gruppo BIOLCHIM CIFO

Si chiude con un bilancio estremamente positivo la partecipazione del Gruppo Biolchim Cifo all’ultimo Macfrut, l’importante fiera internazionale dedicata alla filiera ortofrutticola, che quest’anno ha registrato oltre 43mila presenze.

Ottimi riscontri sono arrivati dall’appuntamento promosso da Biolchim e Cifo per i clienti internazionali, che sono stati coinvolti nella condivisione dei dati relativi all’andamento del mercato e delle strategie pianificate per il futuro e hanno ricevuto utili approfondimenti relativi ai prodotti.

In quest’ambito, al contributo di Leonardo Valenti, CEO del gruppo, che ha affrontato in chiave strategica il tema del mercato dei Biostimolanti illustrando la vision di gruppo, hanno fatto seguito l’intervento di Theodore Krintas, responsabile dello sviluppo del Business Estero, che ha analizzato i fattori chiave di successo dei mercati stranieri e di Marco Civitareale, PM di gruppo, che ha illustrato invece il progetto WIN (Worldwide Innovation Network), una rete internazionale di collaborazioni finalizzata a creare innovazione. La varietà di partnership con Università, Centri di Ricerca, e Centri di Saggio che fanno parte della rete WIN e la numerosità dei trials di campo che si stanno portando avanti nel 2018, sono state presentate da Carlo Civolani, agronomo del team di Ricerca e Sviluppo del Gruppo.

 

Notevole interesse è stato suscitato anche dalla partecipazione al Focus di approfondimento sui Biostimolanti, organizzato da Image Line, dove il Gruppo Biolchim-Cifo ha portato la sua esperienza di realtà leader del settore a livello internazionale con l’intervento del Ceo Leonardo Valenti, ed è stato coinvolto anche in un approfondimento tecnico curato da Marco Civitareale e relativo al ruolo dei biostimolanti nella resistenza agli stress abiotici e per la qualità della coltura. L’incontro, infatti, ha catalizzato l’attenzione di un pubblico vastissimo, tanto da richiedere un aumento della capienza della sala destinata all’evento.


CIFO rinnova la partnership con ASSOENOLOGI

CIFO conferma la partnership con Assoenologi. L’azienda di San Giorgio di Piano (BO) continuerà dunque ad affiancare l’associazione per il 2018, come già avvenuto lo scorso anno, a partire dal prestigioso congresso nazionale.

Un’unione felice che nasce da due realtà di riconosciuta rilevanza che condividono obiettivi e campi di azione. CIFO, con un’esperienza di oltre 50 anni nel settore della nutrizione vegetale, dedica infatti notevole impegno e risorse sia all’attività di ricerca e sperimentazione di nuovi prodotti, anche in collaborazione con enti ed Università, sia all’assistenza al cliente e dunque, nel caso dell’agricoltura professionale, alla collaborazione con tecnici, enologi e agronomi, per sviluppare insieme piani personalizzati.

“Una realtà come la nostra non può prescindere dal confronto con il mondo che la circonda – spiega Pierluigi Picciani, Direttore Marketing e Commerciale Cifoed è per questo che da un lato portiamo avanti continui studi in laboratorio, orientati all’obiettivo di un’azione fertilizzante efficace, controllata e a ridotto impatto ambientale, dall’altro ci relazioniamo quotidianamente con quanto avviene nei campi, instaurando importanti sinergie con i nostri referenti nelle aziende vitivinicole e fornendo un’ampia rete di servizi di consulenza sia agronomica sia scientifica, fondamentali per massimizzare i risultati finali”.

Un approccio, dunque, assolutamente in linea con la visione di Assoenologi che promuove fortemente l’aggiornamento tecnico dei suoi soci, e li spinge ad operare per il miglioramento e la tutela della produzione vitivinicola nazionale e per la sua valorizzazione e diffusione in Italia e all’estero.


CIFO a Milano per F DESIGN WEEK

Cifo si prepara a far parte di uno degli appuntamenti più trendy dell’anno: la Design Week di Milano. L’azienda leader nel settore della nutrizione vegetale è infatti partner dell’evento F Design Week organizzato da “F”, settimanale femminile di Cairo Editore, nell’ambito del Fuori Salone.

L’appuntamento è in programma mercoledì 18 aprile, giornata dedicata al Green Thinking con una serie di workshop a tema. A partire dalle ore 17, Cifo sarà protagonista dell’incontro intitolato “L’Italia è un grande giardino”, ospitato dalla storica galleria d’arte Robertaebasta, nel cuore del Brera Design District (Via Formentini n. 2).

Nell’ambito dell’incontro, Lorena Lombroso, scrittrice di spicco nel settore del verde che si occupa da molti anni di giornalismo e divulgazione su temi ambientali oltre ad aver curato e realizzato diversi manuali di giardinaggio, si confronterà con la giornalista Ilaria de Bartolomeis sul tema della valorizzazione e la cura dei giardini e degli orti domestici, e, in una logica di sostenibilità che sposa in pieno la filosofia Cifo, introdurrà anche la sua offerta di prodotti biologici 100% naturali e di semplice utilizzo anche per il consumatore meno esperto, concepiti per la difesa e per la nutrizione delle piante.

Per tutti i partecipanti Cifo ha previsto un omaggio sicuramente gradito a chi ama prendersi cura dei propri spazi verdi.

All’appuntamento sarà data ampia visibilità anche nello spazio Web di La7, che ne riporterà il video integrale. Inoltre, grazie alla partnership attivata con F, il logo Cifo sarà presente su tutte le riviste del gruppo Cairo.